Michele Merlo, come è morto? Si indaga per omicidio colposo: la procura apre un fascicolo contro ignoti

Martedì 8 Giugno 2021
Michele Merlo, si indaga per omicidio colposo: la procura apre un fascicolo contro ignoti

Nel dolore per la scomparsa improvvisa dell'unico figlio, i genitori di Michele Merlo, il cantante 28enne morto domenica sera all'ospedale Maggiore di Bologna a causa di un'emorragia celebrale scatenata da una leucemia fulminante, vogliono fare subito chiarezza su un dramma che «ha ancora molte ombre», come ha detto il padre Domenico, e tramite i loro avvocati in mattinata hanno presentato una denuncia «per chiedere l'avvio delle procedure di sequestro della salma e delle cartelle cliniche». Subito dopo aver ricevuto la denuncia, la Procura di Bologna, come ha spiegato il procuratore capo Giuseppe Amato, ha aperto un fascicolo, al momento contro ignoti, per il reato di omicidio colposo in modo da poter svolgere l'autopsia - che verrà conferita nelle prossime ore - e tutti gli accertamenti del caso. I carabinieri del Nas di Bologna hanno già cominciato ad acquisire tutta la documentazione clinica necessaria per far luce sulla vicenda.

 

 

 

 

 

La scelta dei familiari del giovane artista di presentare subito un esposto è maturata anche in seguito all'avvio di un'indagine interna annunciata dall'Ausl sul decesso dell'ex concorrente di X Factor e Amici, che mercoledì scorso, prima di essere ricoverato il giorno successivo al Maggiore, era stato rimandato a casa dall'ospedale di Vergato, sull'Appennino bolognese, dove i sintomi che presentava da qualche giorno - è l'accusa lanciata dai genitori - sono stati interpretati «come una banale forma virale». Chiediamo «alla magistratura di svolgere le necessarie indagini - hanno spiegato Domenico Merlo e Katia Ferrari - al fine di verificare se vi siano stati errori e/o omissioni antecedenti al ricovero al Maggiore che abbiano determinato irreversibilmente la sorte» di nostro figlio.

 

 

Il 28enne, infatti, si sentiva male da giorni, come aveva anche scritto sui social, e nel pomeriggio di mercoledì 2 giugno era andato all'ospedale di Vergato «dove risulta essere stato visitato dal medico di continuità assistenziale (la guardia medica, ndr)», ha fatto sapere l'Ausl. Al cantante viene poi detto di tornare a casa senza fare ulteriori accertamenti specifici: secondo la famiglia, quindi, il problema è stato sottovalutato. Giovedì sera poi le condizioni di Michele Merlo peggiorano mentre si trova a cena a casa di amici e viene chiamato il 118 che lo trasporta all'ospedale, dove in seguito ad un delicato intervento viene ricoverato nel reparto di Rianimazione. Le speranze di un miglioramento sembrano fin da subito ridotte al minimo e la sera di domenica 6 giugno il ragazzo muore.

 

 

Video

 

Gli investigatori del Nas, su delega della magistratura, hanno già acquisito e sequestrato la cartella clinica del 28enne al Maggiore e la documentazione prodotta al pronto soccorso di Vergato. Tra stasera e domani invieranno una prima relazione in Procura.

Ultimo aggiornamento: 19:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA