L'Atalanta ribalta il Verona ed è terza Sassuolo show Il Torino risale

Lunedì 13 Dicembre 2021
Lassù, c'è l'Atalanta, assolutamente, quest'anno davvero tra le favorite. Vince a Verona, infliggendo a Tudor la prima sconfitta al Bentegodi. Bergamo, dunque, festeggia con la sesta vittoria esterna di fila, primato societario, dopo l'uscita dalla Champions league. Hellas avanti con Giovanni Simeone, 12 reti, il bomber del momento. La rimonta è fra i due tempi, con l'ucraino Miranchuk e con l'olandese Koopmeiners, sono due fra i tanti semisconosciuti scelti dal ds Giovanni Sartori, l'artefice del miracolo Chievo e ora delle 5 partecipazioni europee di fila della Dea.
Intanto il nel suo piccolo anche il Sassuolo si gode i suoi gioielli: Berardi e Raspadori, che firmano la rimonta sulla Lazio. La squadra di Sarri illude i tifosi passando in vantaggio con Zaccagni dopo appena 6 minuti: batte di prima sull'assist di Pedro inseritosi sulla destra. Maurizio Sarri proprio non gira, la Lazio attualmente sarebbe fuori persino dalla Conference cup, eppure il tecnico per le sue idee di gioco meriterebbe forse miglior fortuna, visto anche come sono andate le cose alla Juve: «Il mio scudetto è stato sottovalutato - ci racconta -, il ciclo bianconero era alla fine, Khedira campione del mondo 2014 fece altre 4 partite all'Hertha Berlino e poi lasciò, in due sono andati negli Usa. Il miglior Sarri è stato a Empoli, dai playout in B a metà classifica in A». Risale il Torino, per ora a 4 punti dall'Europa, grazie al 2-1 sul Bologna. Vantaggio di Sanabria a metà primo tempo, raddoppio su autorete, di Soumaoro, poi il rigore di Orsolini. Il tecnico rossoblù Mihajlovic: «La nostra prestazione peggiore». Juric, invece, chiede rinforzi per inseguire l'Europa, centrata solo da Ventura e da Mazzarri, nell'èra Cairo.
Vanni Zagnoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci