Frare e Carlin miglior coppia d'Italia a San Fior

Venerdì 20 Agosto 2021

BOCCE
La provincia di Belluno capitale italiana delle bocce, almeno a ferragosto. Nello spazio di una settimana si sono svolte sul territorio due manifestazioni di respiro nazionale che hanno attirato le attenzioni dei bocciofili di tutt'Italia: la prima al bocciodromo di Nuova Erto, a Ponte nelle Alpi, grazie all'organizzazione del Dolada; la seconda è stata organizzata dalla bocciofila Pedavena sui campi del parco della birreria.
MEMORIAL DEOLA
A Nuova Erto alla gara nazionale a quadrette organizzata dal Dolada hanno preso parte ben 156 bocciofili che, a Ponte nelle Alpi e negli altri impianti della provincia in cui si è giocato, hanno voluto ricordare Stefano Deola, scomparso tre anni fa. In finale, il Le Valli (composto da Odorico, Camillo, Sartorel e Pramparo) ha battuto la Triestina (formata da Balos, Schillani, Leghissa e Smith). Terzo posto per due formazioni feltrine: quella del Mugnai-Amici di Stefano (Comiotto, Pauletti, Venturin e Dal Magro) e quella del Tegorzo (Bunino, Macario, Vanzaghi e Gerlin).
TROFEO DI FERRAGOSTO
A Ferragosto sono state ben 105 le coppie che hanno raggiunto Pedavena da tutto il Nord Italia per la 72. edizione del trofeo di Ferragosto. Hanno vinto Lituri e Graziano, del Gaglianico, che in finale si sono imposti su Tonejc e Ziraldo (Noventa). Quinto posto per due formazioni bellunesi: quella del Pedavena composta da De Min e Zago e quella del Dolada formata da Reolon e Santoro. Tra i numerosi ospiti intervenuti, anche il presidente nazionale della Federbocce Marco Giunio De Sanctis (collegato in streaming), il direttore generale di Lattebusche Antonio Bortoli, il presidente regionale della Fib Renzo Cuzzolin e il coordinatore dell'area Nord Italia Giorgio Marian.
IL TITOLO
Ma a coronamento di un agosto coi fiocchi per le bocce bellunesi è arrivata anche una vittoria, a suo modo storica, ottenuta fuori provincia da due atleti del Dolada Seribell, Fabio Carlin e Lino Frare. Nella gara nazionale a coppie di San Fior hanno trionfato tra quasi cinquanta formazioni partecipanti superando 13-2 in finale la temibile coppia cuneense dell'Auxilium formata dal nazionale Emanuele Ferrero e da Loris Castellino. In semifinale, Fabio Carlin e Frare avevano eliminato Alessandro Porello e Francesco Ormellese del Noventa per 12-7 (i due giocatori dell'Auxilium, invece, avevano avuto la meglio su Valter Rossi e Denis Zambon della Marenese).
Egidio Pasuch
© riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA