EzLab, la piattaforma per tracciare la filiera agroalimentare, in un mese ha già incassato quattro premi

Sabato 3 Dicembre 2016
Quattro riconoscimenti in un mese per la start up padovana Ez Lab. L'innovativa piattaforma AgriOpenData, lanciata sul mercato lo scorso 25 ottobre, consente di tracciare tutti i passaggi della filiera agroalimentare dal campo allo scaffale del supermercato utilizzando la tecnologia alla base degli scambi in Bitcoin: una novità accolta subito con grande interesse nel settore dell'Agrifood. A SMAU Milano Ez Lab era risultata vincitrice il Premio Lamarck (nella foto), destinato alla start up che più di ogni altra si dimostra pronta all'ingresso sul mercato; nei giorni scorsi è stata indicata come una delle cinque realtà ammesse al Food Accelerator promosso da H-Farm in partnership con Cisco Italia e rivolto al settore food tech e agri tech: un risultato arrivato al termine di una selezione molto competitiva, che ha visto in campo 260 candidature in arrivo da 35 Paesi. È poi risultata fra le 12 realtà vincitrici della fase regionale di Startup Europe Awards 2016, la start up competition promossa dall'UE che eleggerà le migliori startup d'Europa. Altra selezione, altro successo: Ez Lab è stata fra le sette realtà scelte da Confindustria Veneto per l'evento Industria 4.0. «In questi giorni - spiega Massimo Morbiato, founder di Ez Lab - siamo stati letteralmente travolti da manifestazioni di interesse. Stiamo dialogando con alcuni possibili investitori e siamo molto fiduciosi rispetto alle potenzialità di crescita di un progetto cui abbiamo lavorato davvero duramente negli ultimi mesi».