Domenica 12 Agosto 2018, 00:00

Lavori forzati sì, ma con umanità: il narcotrafficante non va estradato

Lavori forzati sì,  ma con umanità:  il narcotrafficante  non va estradato
LA SENTENZAVENEZIA Per due volte la Corte d'Appello di Venezia ha provato a far estradare in Ucraina un detenuto nel carcere di Padova per traffico di stupefacenti. Ma per due volte la Cassazione ha bloccato la consegna per il rischio che l'uomo, di nazionalità moldava e di madre russa, possa essere sottoposto «a trattamenti disumani e degradanti», anche a causa della guerra del Donbass in corso. Questo è il timore ribadito nell'ultimo pronunciamento degli ermellini, che hanno rinviato il fascicolo in laguna per un terzo esame, il quale...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lavori forzati sì, ma con umanità: il narcotrafficante non va estradato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER