Un robot impianta una protesi all'anca: è la prima volta in Veneto

Giovedì 15 Aprile 2021 di Roberto Cervellin
All'ospedale di Bassano l'impianto di una protesi è stato fatto con un robot

BASSANO DEL GRAPPA - Un robot per l'impianto di una protesi all'anca. In Veneto, almeno a livello pubblico, un'operazione del genere non si era mai vista.

All'ortopedia del San Bassiano di Bassano del Grappa, provincia di Vicenza, è stato effettuato un intervento all'avanguardia su 2 pazienti grazie alla chirurgia robotica. Intervento che garantisce maggiore stabilità e durata della protesi. «Grazie a un planning pre-operatorio e all'elaborazione di una Tac tridimensionale dell'articolazione, il robot riesce a pianificare con estrema precisione la collocazione delle protesi, rispettando i parametri biomeccanici e ripristinando una corretta geometria  articolare», conferma Giovanni Grano, direttore dell'Unità operativa di ortopedia e traumatologia dell'ospedale.

Insomma, il sistema robotico è migliore di quello manuale. «E' più accurato rispetto alla tecnica manuale e garantisce un recupero funzionale più rapido, minore degenza post-operatoria e una riduzione dell'usura», aggiunge Grano.

Per l'ortopedia si tratta di una rivoluzione. «Da una parte ci sono gli anziani, spesso con altre patologie, ai quali è importante assicurare un decorso privo di complicazioni - conclude il direttore - Dall'altra ci sono i pazienti relativamente giovani, che hanno di fronte molti anni di vita attiva e necessitano di protesi con performance elevate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA