Incidente mentre posa i tubi nello scavo: 32enne muore travolto dal terreno. Il padre scava a mani nude per salvarlo

Sabato 21 Novembre 2020
Incidente mentre posa i tubi nello scavo: 32enne muore davanti agli occhi del padre

GAMBUGLIANO (VICENZA) - Incidente mortale sul lavoro oggi, sabato 21 novembre, a Gambugliano, nel Vicentino. Morto un 32enne, Denis Sella.

L'incidente

L’uomo è rimasto vittima dell’incidente sul lavoro mentre stava operando con il padre nella posa in opera di alcuni tubi fognari in uno scavo nel comune di Costabissara. Il giovane uomo è stato poi caricato dal padre su un mezzo e portato alla vicina abitazione dove sono arrivati i soccorsi.

I tentativi di rianimarlo

I vigili del fuoco sono intervenuti alle 12:30 in via Mondeo. All’arrivo dei pompieri l’uomo era privo di coscienza ed è stato rianimato da una persona presente sul posto. I vigili del fuoco hanno allora dato il cambio al soccorritore, mettendo in atto le procedure di rianimazione cardiopolmonare fino all’arrivo del personale del Suem, intervenuto con l’eliambulanza e un’ambulanza, che ha proseguito le manovre per lungo tempo. Purtroppo il medico ha dovuto dichiarare la morte dell’uomo. 

Cosa è successo?

La dinamica della morte dell'operaio, Denis Sella, residente a Gambugliano, morto sotto gli occhi del padre, è ancora tutta da chiarire. Secondo i rilievi dei Carabinieri e dei tecnici dello Spisal il giovane sarebbe stato travolto da una frana, conseguente allo scavo che aveva appena eseguito assieme al genitore. La massa di terra lo avrebbe intrappolato dentro la buca, al punto da costringere il padre a scavare con le mani per liberarlo. Un'operazione, durata diversi minuti, al quale pare poi abbia partecipato anche un altro soccorritore.

Il 32enne è stato poi trasportato con il furgone del padre nell'abitazione di famiglia che si trova nel paese limitrofo a Costabissara, da dove è scattato l'allarme. All'arrivo sul posto dei pompieri un altro uomo stava cercando di rianimarlo, operazione poi proseguita dagli stessi vigili del fuoco e, per molto tempo, anche dai sanitari del Suem 118 che però alla fine si sono dovuti arrendere. In quel frangente le forze dell'ordine hanno cercato di parlare con il padre, che però si era allontanato in stato confusionale ed è stato ritrovato più tardi in stato di choc. Del fatto è stata informata la Procura di Vicenza, che quasi sicuramente chiederà altri approfondimenti, tra cui l'autopsia sul corpo della vittima.

Ultimo aggiornamento: 22 Novembre, 11:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA