Braccio di ferro sulla vecchia cascina: il Comune la mette all'asta, l'associazione dice no

Martedì 1 Giugno 2021 di Roberto Cervellin
La cascina di Carpaneda va all'asta, ma un'associazione si oppone

VICENZA - E' una vecchia cascina abbandonata e fatiscente. Il Comune l'ha messa all'asta, ma residenti e ambientalisti dicono no.

Braccio di ferro sul futuro del rustico di Carpaneda, zona agricola a ovest di Vicenza. Otto ettari di terreno con un edificio rurale messo in vendita nell'ambito di un piano di alienazioni dell'amministrazione di Francesco Rucco. L'asta scadrà il 29 giugno. La “Comunità vicentina per l'agroecologia”, associazione decisa a difendere la proprietà pubblica del lotto - referente è Giovanni Mezzalira - chiede invece di interrompere la procedura di vendita attraverso la campagna “Cascina Carpaneda bene comune”.

«Abbiamo già raccolto quasi 300 adesioni tra cui quelle di aziende agricole e della società civile - spiegano - Sono accomunati dalla volontà di cercare un'alternativa». Già, ma quale? «L'obiettivo è far rivivere i beni pubblici rurali con un progetto agricolo multifunzionale e sostenibile, senza dimenticare i principi dell'agroecologia e della sovranità alimentare», rispondono.

Nel frattempo hanno invitato sindaco e assessori a un confronto. «Serve una riflessione - concludono - sugli immobili rurali pubblici del territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA