Ricevuto dal prefetto il vigile del fuoco eroe: si tuffò in Adige cercando di salvare un ragazzo

Mercoledì 2 Settembre 2020
Il prefetto Cafagna si congratula con Marino

VERONA - Ha messo in gioco la sua vita per salvare quelal di un ragazzo. Il prefetto di Verona, Donato Cafagna, ha ricevuto il vigile del fuoco Danilo Marino, protagonista, nella notte del 30 agosto, di un intervento di soccorso nel fiume Adige nel quale ha seriamente rischiato la sua vita per cercare di salvare un giovane. Il prefetto ha espresso la gratitudine e la vicinanza  alle donne e agli uomini dei vigili del fuoco di Verona ed in particolare al vigile Marino che «ha dato prova di coraggio, spirito di sacrificio e senso del dovere altissimi», donandogli una   formella bronzea che riproduce un particolare del portale della Basilica di San Zeno raffigurante Noé sulle acque che riceve il ramoscello di ulivo dalla colomba.

Il prefetto ha anche dato atto del lavoro eccezionale svolto dai vigili del fuoco nel contesto emergenziale delle ultime settimane, a partire dal 22 e 23 agosto,  con migliaia di interventi effettuati  in favore della popolazione e a tutela del patrimonio  edilizio ed arboreo della città di Verona e della provincia, nel quadro delle operazioni coordinate dal Centro Coordinamento Soccorsi della Prefettura, che ha visto anche impegnate le Forze dell’Ordine e i volontari di protezione civile. All’incontro sono intervenuti il direttore Interregionale dei vigili del fuoco, ingegner Loris Munaro, il comandante provinciale, ingegner Luigi Giudice, e i componenti delle squadre che sono intervenute nelle attività di emergenza e soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA