Rubavano nei negozi chiusi per Covid: 18 colpi a segno, denunciati tre giovani veneziani

Giovedì 8 Aprile 2021
Rubavano nei negozi chiusi per Covid: 18 colpi a segno, denunciati tre giovani veneziani
2

VENEZIA - Denunciati tre giovani veneziani, residenti nel centro storico, ritenuti i responsabili di 18 furti in attività commerciali cittadini. Il Nucleo Operativo e quello Natanti della Compagnia Carabinieri di Venezia, al termine di un'indagine, condotta anche con le unità cinofile di Torreglia (Padova), ha recuperato di gran parte del bottino. Nei loro confronti è ipotizzato il reato di furto aggravato in concorso; il materiale è stato restituito ai proprietari.

I colpi erano stati messi a segno nel cuore della notte, in gran parte nel sestiere di Cannaregio, contro diversi negozi che erano rimasti chiusi per via le disposizioni anti-Covid, in particolare negozi di generi alimentari, con danni ingenti alle strutture e ai serramenti, superiori spesso al valore del denaro o della merce rubati. I militari hanno visionato oltre 100 ore di filmati della videorosveglianza cittadina, forniti dalla Polizia Locale, incrociando l'analisi di oltre 1.000 tabulati e le impronte lasciate dalla banda nei negozi. 

Ultimo aggiornamento: 11:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA