Medici di base: «Diecimila posti per i vaccini sold out in pochi giorni»

Domenica 5 Dicembre 2021 di Camilla De Mori
Vaccini

UDINE - Nella Bassa a dicembre mini hub vaccinali di prossimità da tutto esaurito. Le diecimila iniezioni di siero anticovid sono state sold out nel giro di pochi giorni, come fa sapere Khalid Kussini, rappresentante della Fimmg nonché lui stesso medico di base vaccinatore in prima linea da mesi. Tanto che ora i dottori di famiglia chiedono di ampliare l'offerta con altri duemila posti da qui a fine mese. A gennaio, poi, i medici di medicina generale vorrebbero fare altre 5mila iniezioni almeno.

LA BASSA

Nei centri allestiti a Palmanova, Ruda, Latisana e San Giorgio di Nogaro i dottori di famiglia si sono dati da fare con il supporto del Distretto e, dopo la prima fase, con le prime e seconde dosi erogate da marzo scorso in poi, sono tornati alla carica per la campagna booster, anche per venire incontro ai cittadini alle prese con le difficoltà per le prenotazioni.

IL MEDICO

«Prenotare la terza dose vaccinale può non essere semplice né immediato e soprattutto può costringerci a fare molti chilometri in una sede lontano da casa. Per ovviare a questa difficoltà i medici di medicina generale della Bassa Friulana si sono organizzati con il supporto del Distretto ed hanno risposto pressoché compatti all'invito delle istituzioni nazionali e regionali a vaccinare presto e tanto», sottolinea Kussini.
Il medico ricorda che sono state molte «le sedute aperte nei cosiddetti mini hub di prossimità, a Palmanova, Ruda, Latisana, San Giorgio di Nogaro» e l'offerta si è rivelata notevole. «Nel mese di dicembre erogheranno oltre 10mila vaccinazioni, accanto alle 500 vaccinazioni domiciliari già eseguite ed alle migliaia di prime e seconde dosi erogate da marzo in poi. Uno sforzo corale che ha messo in rete il Distretto, i medici di medicina generale, il personale tecnico, le amministrazioni locali ed il volontariato».

LA RICHIESTA

Kussini rileva che «i diecimila posti si sono esauriti in pochi giorni tanto che i medici di medicina generale hanno già proposto alla direzione generale un ampliamento dell'offerta vaccinale di duemila posti da qui a fine mese.»

IL NUOVO ANNO

Ma lo sguardo si spinge anche più in là, al nuovo anno ormai alle porte con tutti i suoi impegni. «Si guarda già a gennaio, con la proposta di aprire una trentina di sedute nelle varie postazioni della Bassa Friulana, sempre gestite dai medici di medicina generale con il coordinamento del Distretto, per offrire almeno 5mila vaccinazioni». Per Kussini e gli altri dottori impegnati sul campo «tanto il lavoro e la stanchezza, ma anche soddisfazione per avere favorito e facilitato la vaccinazione dei più fragili. In attesa della possibilità di prenotare la vaccinazione tramite Cup call center e farmacie, non si può che esprimere un plauso ai medici e al personale coinvolto per la meritevole attività svolta».
 

Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA