L'Udinese prende Benkovic dal Leicester e De Maio va al Vicenza

Giovedì 13 Gennaio 2022 di Stefano Giovampietro
Filip Benkovic

UDINE - L'Udinese sta affrontando con il massimo della solerzia l'emergenza che si sta profilando in difesa in vista del prossimo impegno di campionato. Il pacchetto arretrato ha faticato di fronte all'Atalanta, seppure con tutte le attenuanti del caso, e contro la Juventus ci sarà anche l'ulteriore assenza, molto pesante, di Rodrigo Becao. Con l'ammonizione rimediata domenica pomeriggio il brasiliano in diffida ha visto scattare il turno di squalifica. Per questo il club friulano ha accelerato l'arrivo di un difensore pronto per il campionato. Il profilo giusto risponde al nome di Filip Benkovic, 24 anni, difensore croato che arriva dal Leicester City in Premier. Ieri il neoacquisto bianconero ha svolto le visite mediche a Roma e oggi è atteso a Udine per mettere la firma sul contratto che lo legherà al club fino al termine della stagione.

CARRIERA
Benkovic, nato il 13 luglio del 1997, è cresciuto nelle giovanili della Dinamo Zagabria. Dopo qualche presenza nella seconda squadra, fa il suo debutto tra i grandi il 19 luglio 2015 contro l'Osijek. L'esordio in Champions League matura di fronte all'Arsenal, quando entra al posto di Marko Pjaca, attualmente al Torino. Le sue qualità gli valgono la chiamata della Premier League, con il Leicester City che nel 2018 sborsa 13 milioni di sterline per metterlo 5 anni sotto contratto. Viene tuttavia girato subito in prestito al Celtic, dove ben figura, prima d'iniziare altre esperienze (sempre in prestito) al Bristol, al Cardiff City e infine in Belgio, al Leuven. Ora per lui si profila l'affascinante avventura della serie A. Benkovic, salvo contrattempi, proverà subito a mettersi a disposizione del nuovo allenatore Cioffi. Poi ci sarà da sbrigare tutta la trafila burocratica per renderlo convocabile in tempo per la partita di Torino di sabato sera.


ALTRI DIFENSORI
Il croato puntellerà la difesa, anche se contro la Juventus si dovrà con ogni probabilità attingere a risorse interne. Ma l'opera di restyling, dopo la cessione di Samir al Watford, non si dovrebbe fermare qui. I bianconeri continuano a seguire con attenzione anche altri profili. In primis il bresciano Jhon Chancellor, nonostante sia sfumata la possibilità di scambio con De Maio. Più indietro i nomi di Armando Izzo, Kamil Glik e quelli dei giocatori del Watford, Nkoulou e Kabasele, che potrebbero rappresentare soluzioni last-minute per la dirigenza bianconera. La pista che al momento prova a prendere quota è quella che invece porterebbe al nome di Pablo Marì, dopo che l'Arsenal ha dato l'ok al trasferimento del calciatore in prestito secco. Il difensore spagnolo, 28 anni, in forza all'Arsenal, piace all'Udinese e potrebbe rappresentare un innesto utile a rafforzare la retroguardia nella seconda metà di stagione. Difensore molto fisico e bravo nel gioco aereo, ha maturato un'esperienza internazionale giocando con le maglie di Gimnastic Tarragona, Girona, Nac Breda, Deportivo La Coruna, Flamengo e Arsenal. Potrebbe dare un buon apporto alla causa dei friulani.


DE MAIO AI SALUTI
Per un difensore che entra, Benkovic, ce n'è uno che ha le valigie pronte. È Sebastien De Maio, che sta discutendo gli ultimi dettagli con il Vicenza. Messo ai margini del progetto tecnico in questa stagione, il difensore francese si prepara a scendere di categoria per rilanciarsi e provare la difficile impresa di salvare dalla retrocessione il LaneRossi. Lì De Maio ritroverà anche un altro ex bianconero come Lukasz Teodorczyk, che soltanto qualche giorno fa aveva sposato la causa biancorossa.
Stefano Giovampietro

Ultimo aggiornamento: 10:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche