Superiori in quattro anni: tre scuole friulane bruciano le tappe

Venerdì 21 Gennaio 2022 di Camilla De Mori
Scuola di Gemona

UDINE - Relazioni internazionali per il marketing, turismo con declinazione benessere, sport e tempo libero e liceo delle scienze umane. Tre indirizzi, quattro anni ciascuno. Per ottenere il diploma ed entrare in università o sul mercato del lavoro con un anno di anticipo rispetto ai coetanei italiani e sulla stessa riga di partenza rispetto alla maggior parte dei colleghi europei. Anche le scuole superiori friulane bruciano le tappe aderendo al progetto nazionale per mille percorsi sperimentali quadriennali. Su quattro candidature presentate all'Ufficio scolastico regionale (a fronte di un riparto di 19 classi sperimentali per il Fvg, previsto dall'avviso del 7 dicembre 2021), tre sono della provincia di Udine. L'Usr ha appena approvato i programmi del Deganutti di Udine (primo classificato con 88,5 punti su 100), del Magrini-Marchetti di Gemona del Friuli (secondo con 70 punti) e dell'Educandato Collegio Uccellis del capoluogo friulano (64 punti). In quarta posizione il Deledda-Fabiani di Trieste che ha ottenuto 62 punti.

I PROGETTI

A fare incetta di punti è stato il progetto del Deganutti, una declinazione compattata del percorso in Relazioni internazionali per il marketing, come spiega la preside Maria Rosa Castellano. «Non lo facciamo perché ci sono difficoltà nel percorso Rim esistente, ma perché crediamo nel quadriennale. Una scelta più vicina agli standard europei. I ragazzi in quattro anni faranno le stesse cose che fanno i loro colleghi del quinquennale: è solo un percorso più compatto che dura un anno in meno e prevede delle attività pomeridiane. Sono previste 40 ore di cui 36 al mattino, con un rientro pomeridiano in presenza e un altro in Dad».

GEMONA

Nella città pedemontana che da anni ormai cura il filone legato allo sport e al benessere come attrattiva anche per i turisti, l'Isis Magrini Marchetti shakera questi ingredienti nel nuovo indirizzo con cui ha ottenuto l'autorizzazione per uno dei percorsi quadriennali sperimentali. Il prossimo anno, grazie al via libera dell'Usr, come spiega il dirigente Marco Tommasi, sarà attivato «il nuovo indirizzo Turismo con curvatura benessere, sport e tempo libero». Uso intelligente del digitale, potenziamento delle lingue grazie ai conversatori, studio dei nuovi strumenti di comunicazione, materie come il digital marketing o la storia insegnata in inglese già dalla terza. Nel mix rientrano poi gli stage all'estero per i ragazzi di terza e quarta, anche grazie ai finanziamenti di un progetto Erasmus+ «che nei prossimi anni consentirà di far provare questa esperienza a quasi un centinaio di studenti, una decina dei quali già da questa estate».

LICEO

L'Uccellis ha già iniziato a presentare alle famiglie la novità (ieri il primo incontro on line) che riguarda il liceo delle scienze umane. Come ricorda la preside Anna Maria Zilli, la scuola già alcuni anni fa aveva partecipato ottenendo il via libera a un percorso quadriennale, ma «non si era riusciti a formare una classe. Il progetto di tre anni fa, però, era sul percorso tradizionale, mentre questo ha una curvatura innovativa. Recuperiamo aspetti come l'educazione ambientale e al clima. Abbiamo già raccolto qualche interesse e contiamo di far partire la sperimentazione a settembre. L'obiettivo è fare uscire dalle superiori i ragazzi, con un diploma valido a tutti gli effetti, in anticipo di un anno, in perfetta corrispondenza con gran parte degli studenti europei, anche per scambi, iniziative comuni, gemellaggi».
 

Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 10:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci