Offre un trancio di pizza all'artigiano che lavora nel locale, scatta la doppia multa

Giovedì 25 Febbraio 2021
Offre un trancio di pizza all'artigiano che lavora nel locale, scatta la doppia multa (Foto di Aline Ponce da Pixabay)
4

UDINE - Un elettricista si presenta da un cliente che gestisce una pizzeria al trancio per un intervento, il gestore del locale gli offre un po' di pizza ed entrambi vengono sanzionati dai carabinieri. È successo a Pozzuolo del Friuli nei giorni scorsi. Il caso è stato segnalato dall'avvocato Santo Tutino, legale dell'artigiano. «Il mio cliente racconta il legale si trovava all'interno di un pubblico esercizio di Pozzuolo per installare delle telecamere, dopo le 18. I militari di passaggio hanno visto l'artigiano in abiti da lavoro, con la cassetta attrezzi intento all'opera. Il gestore aveva preparato uno spicchio di pizza avanzato dalla chiusura e lo aveva messo a disposizione dell'elettricista. Il fatto è stato considerato una violazione delle norme anti Covid. Da qui i verbali e la sanzione di 280 euro, non con contestazione immediata, ma rilasciati qualche giorno dopo al comando di Mortegliano. Da qui nascono i motivi del ricorso, che abbiamo presentato al Prefetto. Siamo rispettosi delle norme e delle disposizioni, ma ritengo che la questione necessiti di ulteriori approfondimenti». 


SEQUESTRO CUCCIOLI

Sei cuccioli di barboncino toy e tre di bulldog, in precarie condizioni igieniche e privi di documenti relativi al trasporto e al possesso e alle vaccinazioni obbligatorie, sono stati trovati dalla Polizia stradale di Gorizia nel bagagliaio di una station wagon in entrata in Italia dalla Slovenia, fermata a Villesse, lungo l'autostrada A/34. I cagnolini, con un'età tra le quattro e le otto settimane, per cui quasi tutti con il divieto di viaggiare senza la madre, sono stati posti sotto sequestro sanitario e affidati a una struttura specializzata per il recupero di animali in difficoltà. Il conducente, un italiano di 46 anni, è stato denunciato per maltrattamento di animali alla Procura di Gorizia. Inoltre allo stesso è stata contestata l'introduzione illegale nel territorio dello stato di animali da compagnia, che prevede il pagamento di una sanzione da 500 a 1.000 euro per ognuno dei nove cuccioli trasportati.


MOTORI IN FIAMME

Doppio intervento nella giornata di ieri per i vigili del fuoco. La squadra del distaccamento di Gemona è stata impegnata con un'autopompa serbatoio e un'autobotte, sulla A23 nel Comune di Cavazzo Carnico in direzione Tarvisio, per l'incendio di un autocarro. Prima di imboccare la galleria di Mena il conducente del veicolo si è accordo del fumo che usciva dal vano motore del mezzo, ha fermato l'autocarro nella corsia di emergenza è sceso e ha chiamato i soccorsi. I Vigili del fuoco giunti sul posto hanno spento le fiamme che hanno danneggiato vano motore e cabina. A Tavagnacco a prendere fuoco è stato il vano motore di un'auto, nelle vicinanze del lavaggio di un'area di servizio. Non sono state coinvolte persone.
 

Ultimo aggiornamento: 16:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA