Altri 4 migranti positivi all'ex caserma Cavarzerani a Udine, il ministero degli Interni chiama il sindaco di Gonars: «Vi aiuteremo»

Giovedì 13 Agosto 2020 di R.U.
Quattro immigrati positivi a Udine alla  caserma  Cavrzerani

Altri quattro nuovi casi positivi al Covid 19 nella zona rossa dell'ex caserma Cavarzerani a Udine, dove sono ospitati quasi cinquecento immigrati rintracciati in Friuli Venezia Giulia, entrati illegalmente in Italia attraverso la Rotta Balcanica. A renderlo noto è stato il sindaco di Udine Pietro Fontanini, spiegando come alla caserma Cavarzerani i positivi siano dei giovani immigrati tra i 20 e i 33 anni, afghani e pakistani che verranno trasferiti in altre strutture. Le operazioni della sorveglianza sanitaria sono in fase di completamento e i quattro nuovo positivi saranno sottoposti a cure mediche. Si tratta del terzo gruppo di stranieri trovati positivi alla Cavarzerani, che a questo punto potrebbe vedere ulteriormente prolungato l'isolamento, anche se la zona rossa aveva causato proteste tra gli immigrati ospitati a Udine. 


Proprio questa mattina il Prefetto di Udine ha convocato un incontro con tutti i sindaci della provincia, per trovare il modo di gestire e collocare i nuovi arrivi di migranti.
Intanto il ministero degli Interni questa mattina ha preso contatti con il sindaco di Gonars, che ieri sentitosi solo nell'affrontare l'emergenza migranti aveva minacciato di portare gli stranieri a Palazzo Chigi, a Roma. Dal ministero sono arrivate rassicurazioni: «Vi aiuteremo a gestire l'emergenza».

Ultimo aggiornamento: 11:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA