Volley, Prosecco Imoco da favola, rimane in testa imbattuta. Al Milano solo le briciole

Lunedì 21 Novembre 2022 di Francesco Maria Cernetti
Imoco Volley partita contro Milano

VILLORBA (TREVISO) - Il Palaverde chiama, la Prosecco Doc Imoco risponde. Conegliano batte anche Milano per 3-1 scavando un ulteriore solco nella classifica del campionato italiano, pur avendo disputato una partita in più rispetto alle avversarie. A svolgere il ruolo della protagonista, tanto per cambiare, è Bella Haak, sempre più trascinatrice di questa Prosecco Doc, nell'occasione autrice di 28 punti con il  % in attacco.

Doppia prima da ex

Archiviata la parentesi dedicata alle super ex Sylla e Folie, premiate con una bottiglia di prosecco e un mazzo di fiori a pochi minuti dall'inizio del match, Conegliano non ha più guardato in faccia nessuno, esprimendo un gioco semplicemente spumeggiante nel primo set (un solo errore in attacco nei primi due parziali). Coach Santarelli propone Wolosz-Haak in diagonale, Lubian-Squarcini sotto rete e Cook-Plummer in banda, con De Gennaro a libero; Gaspari risponde con Orro-Thompson, Folie-Stevanovic, Sylla-Stysiak e Parrocchiale. Milano apre le danze con un pallonetto di Stevanovic, ma è solo un fuoco di paglia prima del monologo gialloblu, aperto da Wolosz e chiuso da Plummer per il 6-1 iniziale. Folie e Davyskiba provano ad accorciare, ma non c'è difesa che tenga, perché Conegliano macina punti su punti. Moki salva ogni pallone possibile ed immaginabile, Haak e Plummer non sbagliano un colpo ed il Vero Volley non trova alcuna risposta fino al 16-4. Thompson prova a scuotere le compagne con una diagonale, Folie con il primo ace di serata, ma la Prosecco Doc continua nella sua marcia inarrestabile. Il punto esclamativo arriva da Kelsey Cook, che chiude il primo set usando sapientemente le mani del muro avversario. Reduce da un parziale ai limiti della perfezione, Conegliano rientra in campo meno determinata ed organizzata, subendo la reazione delle atlete di Gaspari, almeno inizialmente, con il muro di Sylla su fast di Lubian che determina il 3-7 in favore delle ospiti. L'Imoco prova a riavvicinarsi, ma il Vero Volley risponde colpo su colpo, almeno fino al 6-10. Tre punti di Bella Haak riportano sotto le pantere, il turno in battuta della stessa svedese fa il resto, ed un pallonetto di Lubian in primo tempo regala il 14-12 in favore di Conegliano. La seconda parte del set è punto a punto, con Folie a caricarsi le compagne sulle spalle, prima che un errore di Stysiak condanni Milano al 25-23. La reazione del Vero Volley questa volta è diversa, così come l'intensità di Parrocchiale e compagne in difesa ed a muro. Sull'8-12, Santarelli mette mano alla panchina, inserendo De Kruijf e Gennari per Lubian e Cook, provando a cambiare l'inerzia del terzo set. A complicare ulteriormente la situazione ci si mette la cattiva sorte, che regala un punto rocambolesco a Folie, autrice di una vera e propria parata su una diagonale di Plummer, rispedita al mittente (11-18). L'ingresso di Pericati in battuta ed in ricezione cambia qualcosa ma non basta, perché è proprio Folie a chiudere con un doppio muro il terzo set ed a restituire vita a Milano ed a far tremare il Palaverde. Reazione subito spenta dalla determinazione delle pantere, che tornano sul taraflex con tutt'altro piglio e prendono in mano le redini del quarto set fin dal primo scambio. De Kruijf ed Haak lanciano la fuga, due primi tempi di Lubian permettono alla Prosecco Doc di mantenere le distanze, e Milano ancora una volta non trova risposte alle scelte di capitan Wolosz ed alla fluidità di gioco di Conegliano, tanto bello quanto efficace. Haak continua a martellare, ma a rubare la scena nelle battute finali è la regina De Kruijf, che chiude la partita con tre punti personali consecutivi mostrando tutto il suo repertorio: primo tempo, murone su Thompson e fast inarrestabile.
Le pantere festeggiano, conquistando il nono successo in altrettante partite disputate e lanciando la rincorsa verso la Supercoppa di sabato sera contro Novara grazie ad un'altra grande prova di forza. Ma, prima, servirà un'altra bella prestazione mercoledì, quando al Palaverde arriverà Firenze, l'undicesimo match in meno di un mese dall'inizio della regular season di Serie A1.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci