Venerdì 16 Novembre 2018, 00:13

È muta, studentessa abbandonata a scuola senza docente di sostegno

Studenti di prima superiore durante una lezione in classe

di Mauro Favaro

VITTORIO VENETO  - Non può parlare e non riesce né a leggere né a scrivere. In compenso vede e sente. Comprende tutto. Ma le è negata la possibilità di esprimersi al meglio attraverso la lingua dei segni. È la condizione in cui si ritrova a vivere Anna - il nome è di fantasia - una 14enne con disabilità, nata con sindrome malformativa multipla, che da settembre frequenta il primo anno in un istituto superiore di Vittorio Veneto. Senza la presenza costante di un interprete Lis è abbandonata a se stessa. Costretta a vivere in una prigione fatta di silenzi.  La ragazza avrebbe la possibilità di imparare a comunicare perfettamente con la Lingua dei segni. Dalla fine delle elementari ad oggi, però, ha avuto al suo fianco un addetto all’assistenza formato nella Lis solo in modo intermittente. Fino alla prima media ha potuto contare sul supporto di un insegnante specializzato, per alcune ore a
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
È muta, studentessa abbandonata a scuola senza docente di sostegno
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 26 commenti presenti
2018-11-16 18:59:29
Se la bambina e' sordomuta e' dovere dei genitori iscriverla a una scuola per sordomuti . Impara meglio lei e non fa' da zavorra al resto della classe . Stesso criterio per i bambini che non sanno l'italiano (extracomunitari e compagnia bella) : classi differenziali .
2018-11-16 21:08:30
Questo eventualmente bisognerebbe stabilirlo prima, ma visto che non è previsto ciò che tu scrivi, anche lei ha diritto di essere trattata secondo le norme, visto che una mente e dei sentimenti li ha pure lei.
2018-11-17 10:15:02
Concordo! Oltretutto non possono iscriverla inuna scuola per sordomuti, perchè è solo muta e non sorda. Ma la sensibilità evidentemente non è da tutti. Poi, un'altra cosa: Bisognerebbe "provare" sulla propria pelle certi problemi e dopo parlare. Ma si sa, il bel tacer non fu mai scritto...
2018-11-17 12:23:47
Zavorra?? Oh santiddio, credevo che le persone come lei fossero in via di estinzione ormai.
2018-11-16 14:30:34
nel paese del reddito di cittadinanza succede anche questo