La Lega perde Mogliano: "mollano" il sindaco Bortolato, 2 assessori e 5 consiglieri

Consegnate le tessere, lettera alle segreterie provinciale e regionale

Martedì 21 Giugno 2022 di Lucia Russo
Davide Bortolato sindaco di Mogliano Veneto lascia la Lega insieme ad altri assessori e consiglieri
2

MOGLIANO VENETO - Sindaco, assessori e consiglieri fuori dalla Lega. Consegnano le tessere e sbattono definitivamente la porta al partito Lega per Salvini Premier, 5 consiglieri comunali (Enrico Cerello, Edoardo Bison, Roberto Zanardo, Francesca Morè), due assessori (Enrico Maria Pavan e Martina Cocito) e il sindaco Davide Bortolato. Le ragioni spiegate in una lunga lettera indirizzata alla segreteria provinciale e a quella regionale. «Siamo amareggiati dall'ennesima scelta che va oggettivamente contro l'amministrazione comunale - spiegano - Lasciamo la Lega, rea di non aver mai puntato su questa compagine amministrativa quanto piuttosto su soggetti i cui comportamenti sono stati e sono tuttora discutibili e da cui tutti i componenti della maggioranza che amministra la città città intendono prendere le distanze». Al loro dietrofront, si aggiunge anche il mancato rinnovo del consigliere Martino Michielan, commissario di sezione dimissionario che passerà al gruppo misto insieme agli altri. 

Diversi i "pomi della discordia" evidenziati dai dimissionari 

Non usano mezzi termini i dimissionari per spiegare la situazione e le loro ragioni. «In questi 3 anni ci siamo scontrati con l’opposizione, un confronto leale sulle idee, non era immaginabile che dovessimo scontrarci e addirittura difenderci dal lavoro di continuo discredito di alcuni dei nostri, anche dopo aver interessato la Segreteria Provinciale più e più volte” dichiarano coralmente - spiegano - Alcuni militanti di Mogliano, che di certo non hanno compiuto azioni esemplari ma anzi hanno screditato il partito in città e continuano a farlo, oggi paradossalmente godono della totale fiducia della Segreteria Provinciale che continua a rimanere sorda alle richieste di intervento fatte già da tempo dal sindaco e da tutta la compagine di amministratori. Le strategie adottate da taluni militanti hanno il sapore della vendetta e della rivalsa per provvedimenti assunti doverosamente dal sindaco che non ha mai accettato condotte deplorevoli. Strategie puerili e che dimostrano personalismi che nulla hanno a che vedere con la buona amministrazione della res publica. Il riferimento va chiaramente alla figura dell’ex Assessore alla Sicurezza Carlo Albanese, che gode della protezione di un piccolo ma evidentemente condizionante manipolo di soggetti del provinciale che, pur senza ricoprire ruoli istituzionali, sembrano ambire a piazzare le loro pedine al fine di controllare le scelte amministrative. E’ paradossale che il buon lavoro della nostra amministrazione sia riconosciuto fuori dal Comune di Mogliano Veneto ma venga osteggiato e criticato all’interno della sezione moglianese. L’ennesimo schiaffo nei confronti degli amministratori moglianesi, è stata la nomina, a commissario della sezione di Mogliano, ancora una volta di Alberto Gherardi, nonostante le promesse e le rassicurazioni da parte del provinciale che si sarebbe voltato pagina. Il Sindaco e i consiglieri della Lega non ci stanno e non intendono subire tali scelte. Abbiamo lavorato sempre per portare avanti il buongoverno e i valori della Lega ma non possiamo più sottostare a decisioni prese dall’alto che non tutelano l’amministrazione ma anzi cercano in tutti i modi di destabilizzarla. Continuiamo a sostenere il Governatore Luca Zaia ed i tanti amministratori capaci della Lega. Eravamo pronti a dare nuova linfa alla sezione locale, ciò non ci è mai stato permesso ma anzi siamo stati ostacolati ed esclusi in tutti i modi dalla vita politica della sezione e senza una motivazione concreta. La nostra decisione è garanzia di continuità amministrativa per i cittadini. Da domani siamo pronti a lavorare ancora più intensamente per portare avanti il buongoverno e l’ascolto dei moglianesi, questo è ciò che ci interessa».

 

Ultimo aggiornamento: 22 Giugno, 08:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci