​Falciati davanti al ristorante: gravi papà e figlio di 5 anni

Domenica 26 Agosto 2018 di Alberto Beltrame
Falciati davanti al ristorante: gravi papà e figlio di 5 anni
1
SAN POLO - La pioggia era torrenziale e la visibilità scarsissima. Tant'è che il conducente della vettura che stava transitando nel tardo pomeriggio di ieri in via Capitello, davanti al Gambrinus, non li ha visti per nulla. E lì ha centrato in pieno, facendo volare padre e figlio a diversi metri di distanze prima di vederli precipitare sull'asfalto. Un incidente terribile quello avvenuto ieri di fronte al noto ristorante di San Polo, dove una vettura ha investito un uomo di 28 anni, originario della Romania ma da diverso tempo residente in zona, e suo figlio di 5. Stavano  cercando di attraversare la strada forse proprio per raggiungere una tettoia e ripararsi dalla pioggia ma sono stati centrati in pieno da una macchina. Ora sono ricoverati entrambi in gravi condizioni all'ospedale di Treviso: il piccino non è in pericolo di vita mentre più delicate sarebbero le condizioni del genitore, che a causa del colpo, ha subito una brutta emorragia interna.
LA DINAMICAL'incidente è avvenuto verso le 19.30 di fronte all'ingresso del ristorante Gambrinus. In quel momento stava piovendo fortissimo. «Non li ho visti, non mi sono proprio accorto della loro presenza sulla strada» ha spiegato sotto choc il conducente della vettura, un 45enne, che stava procedendo da Oderzo verso Conegliano e che ha visto volare sopra il tettuccio i corpi del 28enne rumeno e del suo piccino. Il parabrezza della macchina è andato in frantumi e, fuori controllo, la vettura è finita nel parcheggio del ristorante. Padre e figlio, invece, sono stati sbalzati sull'asfalto, a diversi metri l'uno dall'altro. 
I SOCCORSII medici si sono subito concentrati sulle condizioni del bimbo di 5 anni, trasportato in elicottero al Ca' Foncello. È sempre rimasto cosciente così come il padre, che è stato visitato a lungo prima del trasporto, in ambulanza, in pronto soccorso. Toccherà ora agli agenti del corpo intercomunale polizia locale del comandante Claudio Zuanetti chiarire dinamica e responsabilità del sinistro, dopo il quale il conducente della vettura è stato sottoposto all'alcoltest. «Era sotto choc, ma lucido - afferma il sindaco Diego Cenedese, subito portatosi in via Capitello -. Diceva di non averli visti per colpa della pioggia. Ora preghiamo che si rimettano al più presto».
Ultimo aggiornamento: 17:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci