Coltiva droga nel cortile di casa: studente 17enne nei guai

PER APPROFONDIRE: casa, droga, marijuana, studente
Coltiva droga nel cortile di casa: studente 17enne nei guai
TREVISO  - Droga nel cortile di casa: studente nei guai. La Squadra Mobile ha denunciato alla Procura dei Minori un 17enne, studente, che aveva trasformato il cortile dell’abitazione di famiglia, in provincia di Treviso, in una coltivazione intensiva di marijuana. Il giovane deteneva delle piante da cui ricavava dei quantitativi di sostanza da cedere poi -  in occasione di feste tra amici - e ne faceva una sorta di attività illecita.

I poliziotti hanno sequestrato ed estirpato diverse piante illegalmente coltivate e riconsegnato il minore ai genitori che sono stati informati dei fatti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 1 Ottobre 2019, 13:36






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Coltiva droga nel cortile di casa: studente 17enne nei guai
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-10-01 20:18:37
Bene, così da domani lui e i suoi amici potranno rifornirsi dallo spaccino di strada, che a sua volta si fornisce da qualcuno che possiede grossi quantitativi che a sua volta si rifà alla pura criminalità organizzata italiana. Ah, bella l'Italia...ci arriveremo alla legalizzazione, ma come tutte le cose 'progressiste' ci arriveremo sempre con quel leggerissimo ritardo di molti decenni e sicuramente attuata in maniera discutibile, quando ormai altri paesi avranno affrontato e superato altri 'problemi' e ne staranno discutendo di nuovi, e noi sempre in ritardo.
2019-10-01 15:42:41
E' ora di liberalizzare la cannabis come in paesi civilissimi, ultimo il Canada l'anno scorso. Penseghe ben xente, ogni ano in Italia mor 30.000 persone de alcol, ogni ano in Italia mor 20.000 persone de tabaco, ogni ano mor 1.000 persone de eroina, ricordeve, de marijuana no xe mai morto nissuni ! ( Pitura Freska- Marghera )
2019-10-01 17:53:49
Bravo, giusto !.Ciao enrico e segna.
2019-10-01 14:13:18
Bravi gli agenti . Ma mi sembra eccessivo tutto questo darsi da fare x espirpare questa pianta antica e sacra. Non è mai morto nessuno . È considerato un farmaco . Fa stare bene le persone . È un sonnifero eccezzionale . Mette appetito . Ecc...ecc.ecc. mo , me chiedo perché fare queste operazioni di polizia .....a chi serve ? Non ci sono denunce dei danneggiati ! Una guerra persa contro una grande pianta .