Intimità di coppia: una su 4 in difficoltà. Ecco perché

Sabato 13 Novembre 2021 di Elena Filini
Intimità di coppia: una su 4 in difficoltà. Ecco perché

TREVISO - La convivenza forzosa, la tensione e lo stress della pandemia hanno spento il desiderio: coppie e single emergono dai mesi di lockdown con una sessualità molto più fragile e problematica. Una sensazione largamente diffusa, che oggi trova dati certi. La compressione, il timore di contagi, l'obbligo di una convivenza forzosa hanno complicato la relazione- già di per sé non semplice- di coppia. A Treviso, un buon 25% delle coppie ha osservato un decremento e un peggioramento generale della propria vita sessuale. Altro esito della pandemia, il disinteresse verso l'argomento. E l'accresciuta difficoltà ad ammettere di avere un problema. A questo il Consultorio Familiare Sociosanitario del Centro della Famiglia la Settimana del Benessere Sessuale dal 15 al 21 novembre. 


LE CONSULENZE

In queste giornate sarà possibile prenotare una consulenza gratuita, individuale o di coppia, con lo psicologo e psicoterapeuta dottor Francesco Forcolin, responsabile del Servizio di Psicosessuologia del Consultorio di via San Nicolò e a capo di uno staff multiprofessionale composto di qualificati operatori nell'ambito della psicologia e psicoterapia, educazione e mediazione familiare, ma anche dell'area ostetrico ginecologica e di quella legale. «La pandemia è stata uno spartiacque, tanto che dal nostro osservatorio abbiamo registrato nell'ultimo anno un sensibile cambiamento nella percezione del benessere della vita sessuale di coppia spiega il sessuologo dott. Francesco Forcolin . Una variazione, quella della sfera sessuale, che come confermato dai più recenti studi scientifici internazionali, appare evidentemente collegata specie al lockdown. Una fase complessa e di forte stress che nel 25% dei casi esaminati ha condotto a un peggioramento della sessualità, nelle sue dimensioni relazionali, comunicative e della riproduzione, vissute in uno spazio coppia dall'intimità sensibilmente ridotta se non addirittura assente. La stessa pandemia ha inoltre esasperato alcune dinamiche già in essere riguardanti l'educazione affettiva e sessuale dei singoli, con il web che ad oggi è la fonte primaria di informazioni per oltre l'85% degli adolescenti». Un mare magnum dove, per giovani e meno giovani, è facile captare informazioni errate o introiettare messaggi e modelli spesso distorti e individuati quali soluzioni a condizioni di insoddisfazione. «È importante comprendere conclude Forcolin che l'organo più importante per l'intelligenza sessuale è il cervello e che l'autoconsapevolezza di sé e dei propri desideri, la conoscenza del corpo, la fiducia e la comunicazione col partner sono i pilastri fondamentali per una corretta gestione della propria vita sessuale». 

GLI OBIETTIVI

«Viviamo una cesura afferma Adriano Bordignon, direttore del Consultorio Familiare che ha messo molte persone e coppie di fronte a condizioni estreme, minando le sfere emotive dell'individuo e della coppia, nonché il modo di intendere e vivere le relazioni sociali. Con questa settimana di consulenze gratuite intendiamo promuovere la conoscenza di diversi aspetti della sessualità e della salute sessuale attraverso informazioni scientificamente corrette e strumenti appropriati a favorire il benessere nelle relazioni intime delle persone. Siamo convinti che la cura dell'intimità di una coppia sia una risorsa per la qualità e la solidità delle relazioni». Per info e prenotazioni: segreteria@consultoriotreviso.org - 0422 582367. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA