Ecco il calendario: il 13 novembre la rivincita della sfida-scudetto fra FemiCz Rugby e Petrarca

Venerdì 6 Agosto 2021 di Paolo Romagnolo
Facundo Ferrario in azione, uno dei diversi nuovi acquisti del FemiCz Rugby

ROVIGO

La difesa del tricolore della FemiCz Rugby Rovigo inizierà in trasferta a Mogliano. Confermate, dunque, le indiscrezioni anticipate dal “Gazzettino” sul calendario del Top 10, reso pubblico ieri dalla Fir. Il campionato italiano numero 92 scatterà il 25 settembre col primo dei 18 turni di regular season, ma lo scudetto in palio sarà il 91. dato che il torneo 2020 è stato annullato per Covid quando proprio la Rugby Rovigo veleggiava in testa. Piuttosto equilibrato il cammino che attende i Bersaglieri, che nel decisivo girone di ritorno giocheranno al “Battaglini” le fide con Calvisano e Petrarca, ma affronteranno fuori casa Valorugby Emilia e Fiamme Oro.
Il derby veneto col Mogliano, che sancirà l’esordio nel campionato italiano del nuovo coach rossoblù Allister Coetzee, è in programma al “Quaggia”. Un avvio tosto per i Bersaglieri, che nelle ultime stagioni contro i biancoblù hanno spesso faticato. Il big match del primo turno è sicuramente Calvisano-Fiamme Oro, mentre sulla carta sembra più agevole l’esordio delle altre due concorrenti allo scudetto: il Petrarca riceverà i Sitav Lyons Piacenza, il Valorugby farà visita alla Lazio. Completa la prima giornata Colorno-Viadana.

CALVISANO ALLA TERZA 

Il debutto casalingo del Rovigo è previsto il 2 ottobre, quando al “Battaglini” arriveranno proprio i biancocelesti romani. Per sedersi in tribuna servirà il “Green pass”, mentre è ancora da definire il numero massimo di spettatori ammessi. La terza giornata, il 9 ottobre, porterà Matteo Ferro e compagni a Calvisano per il primo vero esame della stagione (nello stesso turno sfida tra le altre due semifinaliste del Top10 2020/2021 Petrarca e Valorugby). Suggestivo anche il quarto turno, in calendario il weekend successivo: a Rovigo ci sarà il Colorno di Umberto Casellato, artefice dello scudetto rossoblù conquistato il 2 giugno. Dopo il 23 ottobre, giorno in cui i polesani saranno impegnati sul campo dei Sitav Lyons, si potrà tirare il fiato per 15 giorni. Considerati anche i primi due incontri di Coppa Italia, previsti per l’11 e 19 settembre (oggi saranno resi noti gli accoppiamenti), si giocherà per sette settimane consecutive. Tutt’altra cosa rispetto all’avvio a singhiozzo imposto dalla pandemia lo scorso anno.

“DERBY D’ITALIA” A NOVEMBRE 

La corsa dei Bersaglieri proseguirà il 6 novembre con la sfida casalinga contro il Valorugby. Sette giorni dopo, il 13, a Padova (probabilmente non al “Plebiscito”), andrà in scena la prima rivincita della finale scudetto, che porterà a 171 il computo dei “derby d’Italia” tra rodigini e tuttineri e rimetterà in palio l’Adige Cup tuttora nelle mani dei polesani. Due sfide ravvicinate, quelle con Diavoli e patavini, che serviranno a testare definitivamente il potenziale della rinnovata rosa rossoblù a disposizione dell’ex commissario tecnico degli Spingboks. Il 20 novembre saranno di scena al “Battaglini” le Fiamme Oro, che hanno da poco accolto i due ex rossoblù Andrea Menniti-Ippolito e Gianmarco Vian (con loro anche l’altro ex bersagliere Gianmarco Piva). Dopo un weekend di pausa, il girone di andata si chiuderà il 4 dicembre con la trasferta a Viadana.

FINALE IN CAMPO NEUTRO 

Il ritorno inizierà già la settimana successiva. Per tutto il mese di gennaio il campionato si fermerà lasciando spazio alla Coppa Italia, che vedrà la FemiCz andare a caccia del bis dopo la vittoria del 2019 (non disputata l’edizione 2020/2021). Il Top10 riprenderà il 5 febbraio col ritorno a Rovigo del match contro Calvisano. Il secondo derby col Petrarca è in calendario il 19 marzo. La regular season della Rugby Rovigo si chiuderà il 23 aprile sul campo del Viadana. Le prime quattro accedono alle semifinali (prima contro quarta e seconda contro terza): andata il 7 maggio e ritorno il 14. Come noto, il 1. posto non darà più diritto a ospitare la finale scudetto tra le mura amiche: gli 80’ decisivi si giocheranno il 28 maggio in campo neutro.

IL COMMENTO 

«Il girone d’andata sarà impegnativo: ci aspettano trasferte difficili sui campi di due delle più forti pretendenti al titolo – commenta Antonio Romeo, general manager FemiCz – Sei o sette partite di fila in avvio di stagione sono una bella incognita, anche perché noi saremo ancora alle prese con i nuovi metodi di Coetzee. Proprio per questo il preseason sarà più leggero del solito (solo un test in famiglia e un’amichevole a Viadana il 3 settembre, ndr.) e le gare di Coppa Italia serviranno soprattutto da rodaggio. Prevedo un campionato anomalo, il valore di alcune squadre non è ancora definito. In vista dei playoff potremmo trovarci a sgomitare con ben più di tre o quattro avversarie».
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA