Addio ad Andrea Vianello, il bluesman del Delta

Martedì 22 Giugno 2021 di Anna Nani
Addio ad Andrea Vianello, il bluesman del Delta

ARIANO NEL POLESINE (ROVIGO) - Il Delta ha perso uno dei suoi personaggi più istrionici e divertenti. Nella notte tra domenica e lunedì mattina si è spento Andrea Vianello, classe 1956, aveva compiuto 65 anni lo scorso 9 maggio. Interista doc, originario di Adria ma trapiantato per amore ad Ariano nel Polesine, dopo un paio di anni nel capoluogo si è trasferito nella frazione di Rivà dove ha vissuto con la moglie Elena Armari e la figlia Silvia.


MALATO DA TEMPO
Il sessantacinquenne lottava da tempo contro un forte diabete, era ricoverato da meno di una settimana in terapia intensiva dopo essere stato sottoposto a un intervento di angioplastica per tentare di salvarlo, purtroppo il suo cuore ha ceduto gettando la comunità polesana nello sconforto. Oltre alla moglie e la figlia lascia anche due fratelli: Antonio, detto Tony, che abita a Vicenza e Flavio, al loro dolore si unisce anche il cugino, l'avvocato Antonio Sturaro attuale presidente della Croce Verde. In gioventù Andrea aveva giocato a basket, appassionato di sport era grande tifoso dell'Inter, amava scrivere poesie e, nonostante la malattia lo avesse fortemente provato, non aveva mai perso il senso dell'umorismo. Sottoposto a dialisi, aveva subito l'amputazione della gamba destra, sperava in una protesi che gli permettesse di tornare a camminare, ma il quadro clinico si è aggravato fino alla morte. «Era dipendente della Telecom, ora divenuta Tim, con la scoperta della malattia gli avevano dato tre anni di aspettativa a parlare è Nicolino Mangolini, ex sindaco di Ariano -. È stato consigliere di opposizione per la sinistra nella Chillemi 1, pur sempre con fare costruttivo mai bastian contrario per partito preso. Con lui se ne va un altro dei stretti collaboratori de El Liston (periodico locale ndr) insieme ai già scomparsi Angelo Ongaro e Chiarantonio Dal Pra».


MUSICISTA BLUES
Di Andrea Vianello si ricorda soprattutto il suo passato da musicista nella Ca' Zen Blues Band e il suo ruolo di intrattenitore: con la sua verve e le barzellette riusciva a far divertire l'intera platea. Al cordoglio della prima cittadina di Ariano, Luisa Beltrame, si unisce anche il sindaco di Adria, Omar Barbierato.
«Negli ultimi anni Andrea è stato limitato nel suo impegno, dalle difficoltà legate alla salute, ma non ha mai perso l'arguzia e l'interesse per la politica e il bene comune. Lo ricorderemo per la sua positività e la sua allegria sottolinea il vicesindaco Modena, sua compaesana - quando lo vedevamo con i suoi bermuda sgargianti, al lavoro sui pali della Telecom, penso sia così che vorrebbe essere ricordato, brioso e pungente, come i post che scriveva su Facebook e che gli consentivano di continuare ad essere sempre in contatto con gli altri». Le esequie saranno celebrate domani, alle 16, in Cattedrale ad Adria.

Ultimo aggiornamento: 09:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA