Porte per rallentare il traffico nelle frazioni e limite di 30 km all'ora vicino alle zone pedonali

Martedì 29 Giugno 2021
Porte per rallentare il traffico nelle frazioni e limite di 30 km all'ora vicino alle zone pedonali

ROVIGO - Allentamento del traffico pesante lungo le strade delle frazioni e limite dei 30 all'ora vicino alle aree pedonali. È quanto previsto dal nuovo Piano del traffico per quanto riguarda le aree urbane di periferia, che mira a risolvere i problemi relativi alla circolazione di mezzi pesanti e di auto nelle strade lungo le quali si sviluppano le frazioni, da tempo alla prese con la pericolosità delle strade dove sono collocate case e scuole. In particolare, il Piano del traffico prevede una rivoluzione della viabilità della frazione di Mardimago, da tempo in attesa di una messa in sicurezza dell'arteria che attraversa la frazione. I disagi legati al traffico in questa parte del capoluogo hanno portato i residenti a dare vita a un comitato per chiedere l'intervento del Comune per quanto riguarda il costante passaggio lungo via dei Mille di camion e auto che nel tempo ha addirittura causato danni alle abitazioni. Senza contare i numerosi incidenti a carico di pedoni e residenti in uscita dalla propria abitazione attraverso l'arteria in questione che attraversa la frazione.


GLI INTERVENTI
Secondo il nuovo piano della viabilità, nelle frazioni, compresa Mardimago, verranno introdotti gli attraversamenti ciclopedonali con l'isola salva-pedone e un percorso ciclopedonale in fregio al lato sud, più il marciapiede lungo il lato nord della strada. Nelle frazioni compariranno poi i cosiddetti dispositivi di porta per rallentare il traffico all'ingresso degli abitati. Seguirà una riqualificazione degli spazi centrali per migliorare la qualità della vita delle famiglie che risiedono nelle diverse frazioni. Saranno introdotte le zone dove non si potrà oltrepassare il limite dei 30 chilometri orari al fine di moderare il traffico nelle vie ad alta intensità abitativa e vicino alle scuole. Prevista, inoltre, la messa in sicurezza di tutti gli attraversamenti pedonali, interventi di rallentamento, le cosiddette porte di entrata e di uscita dai centri abitati e aree di maggiore frequentazione, con la riqualificazione delle zone interne della frazione. Restando sempre in periferia, ma avvicinandosi al centro, anche i quartieri San Bortolo, San Pio X, Tassina e la Commenda vedranno nuove regole per quanto concerne la circolazione di auto e biciclette. Il nuovo Piano prevede una serie di interventi di moderazione del traffico, messa in sicurezza dei nodi e delle strade dove si trovano gli istituti scolastici, oltre alla riqualificazione degli spazi pubblici. In particolare, la nuova viabilità riguarderà via De Gasperi dove si trovano licei e istituti tecnici-professionali. Subiranno poi una moderazione del traffico le vie Gramsci, Tisi da Garofalo e della Costituzione. A San Pio X il traffico subirà un alleggerimento anche nelle vie Chiarugi e Mascagni, con la messa in sicurezza dell'intersezione di quest'ultima con via Mozart. All'interno della Tassina, prevista la realizzazione di un sottopasso pedonale alle fine di via Montenero per mettere in connessione il centro con la zona nuova, in modo da ricucire le due parti del quartiere. Un sottopassaggio che sarà utile anche per raggiungere il polo natatorio. Rallentamento della velocità dei mezzi a motore a 30 km orari, in particolare nelle vie Vittorio Veneto, Montenero e Montegrappa.


NUOVA ROTATORIA
Il piano prevede, inoltre, la messa in sicurezza della circolazione a san Bortolo, nel nodo Fermi-Belfiore, all'altezza del ponte della Fonderia. A San Bortolo, infine, è prevista la messa in sicurezza degli innesti su viale Fermi e l'intensificazione di un intervento ciclabile in via Giro, in continuità con via Toti, oltre che la messa in sicurezza di via Gallimberti in quanto strada scolastica.
Il Biciplan, ossia la nova organizzazione dei percorsi ciclabili di collegamento tra il centro e le frazioni, permetterà la fruibilità ciclabile tra centro e aree periferiche della città.
R. Mer.

Ultimo aggiornamento: 11:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA