Pd spaccato, Emiliano: «Non votate decreto che salva le banche venete»

PER APPROFONDIRE: banche venete, padoan, pd
Pd spaccato, Emiliano: «Non votate decreto che salva le banche venete»

di Diodato Pirone

Con una lettera inviata a senatori e deputati del Pd, ai componenti dem del governo e al segretario del Pd Matteo Renz, il governatore pugliese Michele Emiliano apre un nuovo fronte di polemica dentro il Pd.

A finire nel mirino di Emiliano è il decreto sulle banche venete che "tradisce i risparmiatori, abbandonando completamente al loro destino centinaia di migliaia di piccoli azionisti e di obbligazionisti subordinati e comporta per lo Stato un onere spaventoso e, nella sostanza, in larga parte non recuperabile".

"Io credo - aggiunge Emiliano - che il Partito democratico abbia la responsabilità di chiedere al ministro dell'Economia, Piercarlo Padoan di spiegare le ragioni che hanno condotto il governo Gentiloni a presentare senza alcun confronto preventivo il decreto legge al Parlamento con una sorta di ricatto implicito: 'approvarlo così oppure salta tutto'. Questo è inaccettabile e la responsabilità non è certo di Banca Intesa trascinata dal ministero dell'Economia, fuori tempo massimo in questa condizione".

"Sarebbe opportuno capire dal ministro dell'Economia e dal Governo nel suo insieme - insiste Emiliano - se e come si sono confrontati con l'intero sistema delle banche italiane facente capo ad Abi, quale interlocuzione c'è stata con le autorità indipendenti a partire da Bankitalia fino alla stessa BCE e quali sono state le risposte formali e ufficiali avute dalla Commissione Europea in questi mesi".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 3 Luglio 2017, 19:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pd spaccato, Emiliano: «Non votate decreto che salva le banche venete»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
2017-07-05 05:16:24
Ovviamente il buon emiliano ritiene che il denaro debba fluire incessantemente solo da nord a sud in via continuativa. Al massimo può fermarsi a siena per salvare una certa banca.
2017-07-04 19:14:39
Non c'è pace per noi veneti! Dopo aver assistito in due anni al tracollo delle due popolari, adesso ci tocca sorbire anche la presa di posizione del pugliese Emiliano contro l'unico progetto di salvataggio credibile per i due cadaveri di Veneto Banca e Popolare di Vicenza.
2017-07-04 18:34:49
Salta il tappo ha ha ha ha ha!!!
2017-07-04 17:51:06
Io sono d'accordo ognuno paghi i propri debiti! Poi si, ne vedremmo delle belle.....
2017-07-05 05:18:15
Mi trovi d'accordo ma allora ogni regione si tiene i soldi che produce!