Dal food-blogger al noir: tutti gli autori di PordenoneLegge 2018

Dal food-blogger al noir: tutti gli autori di PordenoneLegge 2018

di Paola Treppo

PORDENONE - Dal 19 al 23 settembre prossimo si rinnova l’appuntamento con Pordenonelegge, la Festa del Libro con gli autori: è la 19° edizione di una tra le più attese manifestazioni dell’agenda culturale italiana. Come sempre, cercherà di raccontare, con il filtro della letteratura, il mondo che ci è vicino. 

Premio Crédit Agricole FriulAdria
La prima novità è il conferimento a Robert Harris del Premio Crédit Agricole FriulAdria La storia in un romanzo, promosso dalla Crédit Agricole FriulAdria. Harris ha esplorato in modo originale il fertile terreno di intersezione fra la storia degli storici e la fiction romanzesca, costruendo un suo celebre romanzo, Fatherland, nella forma dell’ucronia e cioè immaginando uno sviluppo alternativo della storia del Novecento. 

Grandi nomi della letteratura italiana e internazionale
Anche quest’anno a pordenonelegge.it ci saranno grandi nomi della letteratura italiana e internazionale, con un programma che unisce firme consacrate a scrittori esordienti. A inaugurare ufficialmente il festival sarà una serata dedicata a un caro amico del Festival, il poeta friulano Pierluigi Cappello, con ospiti d’eccezione. Uno dei più noti scrittori italiani, Paolo Giordano ci parlerà del suo ultimo successo, Divorare il cielo.

Il Fascismo oggi
Un altro scrittore molto amato, Antonio Scurati dialogherà con Paolo Mieli sulla figura di Mussolini e su cosa vuol dire narrare e ri-raccontare il Fascismo oggi. Paolo Mieli sarà protagonista di un incontro dedicato a Oriana Fallaci e la libertà di stampa.

Un’altra grande firma sarà Valerio Massimo Manfredi che ci racconterà, anche lui in anteprima, una storia ispirata a quella vera di un missionario guerrigliero. Aurelio Picca invece farà l’apologia di una Roma che pompa nel cuore un ritmo che nessuno spezzerà. In collaborazione con il Premio Scrivere per amore Giorgio Fontana parlerà del suo ultimo romanzo, che racconta come l’amore può portare anche alla distruzione di sé. Mentre Paolo Maurensig si soffermerà su Il diavolo nel cassetto, un apologo letterario raffinatissimo e coinvolgente sul narcisismo e la vanagloria.

Al suo esordio narrativo Andrea Moro presenterà un romanzo a metà tra avventura e linguistica. Ritorno gradito quello di Giuseppe Catozzella, che ci racconterà di un ragazzino guidato da un irresistibile senso di giustizia. Storie di ragazzi anche per Enrico Galiano che, in dialogo proprio con loro, racconterà i 225 motivi per cui vale la pena vivere; e per Ernico Brizzi nel cui romanzo la meraviglia e la fatica del diventare grandi metteranno di fronte a scelte non scontate e passi senza ritorno.

Guido Conti ci porterà dentro una storia poetica e di formazione sullo sfondo della guerra. In modo spiritoso, Romana Petri tornerà a raccontarsi attraverso il selvaggio Osac, un cane che, con la sua furia ribelle, sembra uscito da un libro di Jack London. Come una tragedia famigliare può cambiare una vita verrà raccontato da Carolina Orlandi, presentata da Paolo Giordano.

Franco Di Mare ci regalerà invece un nuovo, intrigante romanzo per ricordarci che tutti, nella vita, abbiamo bisogno di un pizzico di magia. Andrea Vitali presenterà il suo nuovo romanzo, con la consueta divertita ironia nel tratteggiare la provincia italiana. Altre voci importanti e diverse della nostra letteratura si avvicenderanno sui palchi di pordenonelegge: Michela Murgia parlerà dell’autrice fantasy Marion Zimmer Bradley e del suo celebre Le nebbie di Avalon; Daria Bignardi presenterà il suo ultimo romanzo Storia della mia ansia; anche Sabrina Nobile presenterà in anteprima il suo nuovo romanzo: Per metà fuoco, per metà abbandono; Kareen De Martin Pinter ci condurrà in un viaggio romanzesco nel mondo delle immersioni.

Annarita Briganti si soffermerà sul suo ultimo libro, pensato per tutti quelli che credono nel potere della scrittura e delle relazioni reali o virtuali; Antonia Arslan, in conversazione con Maria Balliana, parlerà delle figure femminili nella cultura armena. Mentre Brunella Schisa ci racconterà del suo romanzo ambientato nella Parigi della rivoluzione.
Molto stimolanti anche i dialoghi che come ogni anno pordenonelegge propone per parlare di libri in modo inconsueto, con incroci che sparigliano le carte.

Mary Barbara Tolusso e Gaja Cenciarelli parleranno di sentimenti e anaffettività, mettendo sullo sfondo una contemporaneità balorda e un futuro a tinte fosche. Carlo Carabba e Emanuele Trevi si confronteranno sull’autofiction, mentre Caterina Bonvicini e Evelina Santangelo dialogheranno su noir e fantasmi. Mariapia Veladiano e Rosella Postorino si interrogheranno sullo sguardo femminile a confronto con la storia.

Anche il dialogo tra Marco Balzano e Leonardo Bizzaro e l’incontro con Pietro Spirito, avranno come tema la storia, e in particolare come la storia attraversa le vite individuali. Mentre Fabio Stassi e Davide Longo dialogheranno su coincidenze e passato che ritorna, spesso in forma pericolosa. Tra leggerezza e malinconia, Chiara Moscardelli e Valentina D’Urbano si interrogheranno su come le storie d’amore possono essere anche una ricerca di sé.

Mentre Rossella Milone e Claudia Grendene parleranno di maternità e società facendo il ritratto di una generazione quasi invisibile. Mauro Corona, Toni Capuozzo e Luigi Maieron racconteranno la storia della loro amicizia, partendo dall’ultimo romanzo di Maieron. La storia del Rinascimento sarà invece protagonista, attraverso le voci dei suoi grandi personaggi, dell’incontro con Andrea Frediani e Giulio Leoni. Mentre Antonella Sbuelz e Mariella Cerutti Marocco dialogheranno intorno ai loro ultimi romanzi, tra storia e famiglia. Francesco Targhetta e Antonio Moresco tratteggeranno, da due generazioni diverse, i problemi della nostra società con un occhio di riguardo al lavoro. Francesco Targhetta sarà anche protagonista di un incontro sul paesaggio di Conegliano e della Valdobbiadene, con gli studenti che hanno partecipato allo speciale progetto svolto durante l’anno scolastico.

Il noir
Grande risalto verrà anche dato a uno dei generi più amati dal pubblico, il noir, con due mostri sacri: Maurizio De Giovanni che parlerà a tutto tondo del suo nuovo giallo che vede come protagonista il commissario Ricciardi, e Carlo Lucarelli con l’aspettato ritorno del commissario De Luca. Ilaria Tuti e Maurizio Maggi si interrogheranno invece sulle raffigurazioni del male nel thriller.

Premio Campiello Letteratura
Continua poi anche quest’anno la preziosa collaborazione tra Pordenonelegge e il Premio Campiello Letteratura. Nella serata di apertura sarà presente il vincitore della 56° edizione del Premio Campiello e un secondo appuntamento sarà invece dedicato al Campiello Giovani, con la partecipazione dei cinque giovanissimi finalisti e di un testimonial d’eccezione, l’autore Mattia Conti.

Gli autori stranieri
Di straordinaria rilevanza è anche la presenza di autori stranieri, perché Pordenonelegge da sempre vuole essere un ingranaggio di trasmissione della conoscenza, e aprire finestre sulle realtà più lontane e significative del pianeta. André Aciman, autore del romanzo dai cui è stato tratto il film candidato al Premio Oscar Chiamami col tuo nome, ci parlerà a tutto tondo della sua opera letteraria.

Scrittori contemporanei
Grandi ritorni saranno quelli di due dei più amati scrittori contemporanei, lo spagnolo Arturo Pérez-Reverte e l’inglese John Banville, che presenteranno in anteprima i loro due nuovi romanzi: il primo vede protagonista Lorenzo Falcò, donnaiolo, ex trafficante d’armi, e spia franchista nel pieno della Guerra civile spagnola; mentre il secondo ha per protagonista il personaggio di un altro romanzo, e cioè Isabel Archer di Ritratto di signora.

Ma gli scrittori stranieri che hanno deciso di presentare i loro libri in anteprima a pordenonelegge non finiscono qui: il re del thriller americano Jeffery Deaver presenterà il suo ultimo bestseller. Lincoln Rhyme e Amelia Sachs tornano a New York per affrontare un killer che terrorizza le coppie più felici e vulnerabili; il Premio Goncourt Pierre Lemaitre ci parlerà del suo nuovo romanzo ambientato fra le due guerre; lo scrittore egiziano Ala Al-Aswani ci porterà a rivivere la rivoluzione di piazza Tahir, mentre l’autore spagnolo Antonio Muñoz Molina indagherà la vicenda di James Earl Ray, responsabile dell’omicidio di Martin Luther King.

In anteprima
Sempre in anteprima, Lisa Halliday, salutata come l’autrice di un nuovo capitolo del grande romanzo americano, ci parlerà degli strani tempi in cui viviamo; mentre l’indiano Abir Mukherjee ci porterà a fare un viaggio in una città piena di contraddizioni, Calcutta. La statunitense Elizabeth McKenzie, ci farà conoscere L’amore al tempo degli scoiattoli. Mentre l’irlandese Bernie McGill ci racconterà il rapporto storicamente vero tra Guglielmo Marconi e l'isola di Rathlin, dove è ambientato il suo romanzo.

Food-blogger
La food-blogger Chiara Maci e lo chef Filippo La Mantia ci racconteranno come nella vita e in cucina servano amore, ironia e complicità. Il fondatore di NaturaSì, Fabio Brescacin, ci spiegherà perché la dieta di oggi è folle e perché va cambiata, per la nostra salute e per il mondo in cui viviamo. Mentre Eliana Liotta ci svelerà come un corretto stile di vita può dilatare la giovinezza. Filippo Bartolotta ci spiegherà invece come trovare il vino giusto per ognuno di noi.

La montagna
La montagna è da sempre un tema privilegiato di Pordenonelegge, e anche quest’anno sarà sviluppato con ospiti di eccezione: Maurizio Zanolla, Manolo, ci regalerà l'affresco delle esperienze più significative, intense e toccanti, di una vita vissuta alla ricerca dell'equilibrio; Giorgio Daidola insegnerà come sciare oltre le piste; attraverso il suo romanzo Franco Faggiani ci parlerà di un padre e un figlio che ritrovano la loro dimensione più vera a contatto con la natura; Irene Borgna racconterà di Louis Oreiller, il pastore di stambecchi, la storia di una vita fuori traccia.

Storia, scienza e filosofia
Di straordinario spessore sarà la qualità degli incontri dedicati alla storia, alla scienza e alla filosofia. Innanzitutto Vittorino Andreoli presenterà in anteprima il suo nuovo libro, che vuole lanciare un allarme per spingerci a riflettere sulla regressione del nostro tempo e del rischio di cancellare le conquiste che hanno segnato la storia dell’Occidente. Mentre Luigi Zoja sarà protagonista di un incontro dedicato ai problemi del nostro tempo, e di un dialogo sulla civiltà dei riti funerari, con Maria Angela Gelati e Alessandra Rizzi.

E-book
Solo in e-book saranno pubblicati due altri volumi. Il primo, Per Mario Benedetti poeta italiano, è una raccolta di articoli che vuole alimentare il sempre più grande interesse intorno al poeta di Umana gloria facendo il punto su tutta la sua attività poetica ormai capace di parlare a generazioni diverse; tra i partecipanti all’impresa intervengono Azzurra D’Agostino e Tommaso Di Dio; coordina Roberto Cescon. Il secondo volume e-book pubblicato da pordenonelegge è Dire fare sbocciare, di Rossella Renzi, che dialogherà con l’autrice di un altro libro di riflessione sull’insegnamento della poesia, Domare il drago, di Isabella Leardini.

La poesia nelle lingue minori
Non poteva mancare la poesia nelle lingue minori. A cominciare dalla presenza del rinnovato Premio Giuseppe Malattia della Vallata, che invita Saragei Antonini, Chiara Carminati, Andrea Longega, Azzurra D’Agostino. Presentano Aldo Colonnello e Fabio Franzin, con un commento musicale di Gianni Fassetta e Franco Giordani. Giacomo Vit, presentato da Giuseppe Zoppelli e Paolo Venti racconta quarant’anni di poesia in Vos dal grumal di aria / Voci dal grembiule d’aria, mentre quegli stessi quarant’anni, però in Emilia, ci vengono illustrati da tre poeti che hanno vissuto a scalare tre fasi decennali diverse: Alberto Bertoni, Azzurra D’Agostino e Emilio Rentocchini, presentati da Roberto Galaverni.

Spazio ai giovani autori
Anche quest’anno spazio ai giovani autori con il Fight Reading: come sbudellare l'alfabeto e giocarsi la faccia per sedurre un'accolita di potenziali lettori. Alla Loggia del Municipio sarà allestito il "ring" letterario sul quale saliranno Marco Amerighi, Rocco Civitarese, Carla Fiorentino, provocati dalla presenza degli irredimibili Papu. Gli scrittori leggeranno brani scritti appositamente per questo incontro e il vincitore sarà decretato dal pubblico pordenonese. I Papu saranno protagonisti anche dell’imperdibile happening pordenoneffettivamentelegge
Parole in scena. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Luglio 2018, 18:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dal food-blogger al noir: tutti gli autori di PordenoneLegge 2018
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti