Giovedì 30 Agosto 2018, 20:26

Droga a scuola, il prefetto chiama i presidi: scatta la "tolleranza zero"

PER APPROFONDIRE: droga, pordenone, prefetto, presidi, scuola
Droga a scuola, controlli serrati e tolleranza zero
PORDENONE - Dirigenti scolastici a ‘’rapporto’’ dal prefetto. Convocati  in Prefettura, i presidi degli istituti scolastici di secondo grado di Pordenone sono stati ricevuti dal prefetto Maria Rosaria Maiorino, arrivata a Pordenone a fine dello scorso mese al posto di Maria Rosaria Laganà (assegnata a Treviso). Nel corso della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, Maiorino  ha affrontato con i dirigenti scolastici un tema particolarmente sentito in città: lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti. Questo a pochi giorni dal suono della campanella, che decreterà l’inizio del nuovo anno scolastico. E' prevista tolleranza zero.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Droga a scuola, il prefetto chiama i presidi: scatta la "tolleranza zero"
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-08-31 19:28:53
Quante storie ..qualche giorno fa' un giudice ha liberato un pusher perche' spaccia per necessita'.....qualcosa non quadra..
2018-08-31 14:28:58
le vie scolastiche andrebbero rese accessibili solo a docenti, discenti, genitori, ff oo e pochi altri che hanno gli uffici là, chi non è accreditato andrebbe fermato di default. anche una cinquina di visite a sorpresa nelle classi senza preavviso con la cinofila sono auspicabili, i mezzi li trovi, se c'è la volontà di farlo. basta applicarsi
2018-08-31 09:40:33
sarebbe anche ora! e mettete in galera i genitori dei figli che spacciano dentro le mura scolastiche!...
2018-08-31 08:47:15
Pensate che cambi qualcosa ? Noo. Qualche giudice decreterà che la droga aiuta l'apprendimento e stimola la curiosità.
2018-08-31 14:49:23
quello lo fanno già gli psichiatri,mai sentito parlare di ritalin