Martedì 12 Novembre 2019, 19:42

Chiuso il dormitorio per l'inverno: la Cri ripristina le sentinelle notturne

PER APPROFONDIRE: cri, dormitorio, pordenone, sentinelle
La Cri ripristina l'unità di crisi notturna

di Marco Agrusti

PORDENONE - Dodici, alcuni giorni quindici persone senza un tetto sotto il quale ripararsi nelle notti che diventano sempre più fredde. Stranieri regolari o in attesa del rinnovo del permesso di soggiorno, ma non solo. Anche qualche cittadino italiano, che chiede un pasto serale in via Cappuccini nella sede della Croce rossa ma che poi è costretto a trovare un posto diverso nel quale dormire. Quando va bene il letto di un conoscente, quando va male una panchina o un sottoscala. E per affrontare il nuovo problema, proprio la Croce rossa ha pronto un piano B, che consiste nel ritorno delle unità di strada. Il perchè è presto spiegato: è stato chiuso nil dormitorio per ripararsi dal freddo dell'inverno. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Chiuso il dormitorio per l'inverno: la Cri ripristina le sentinelle notturne
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-11-14 12:12:37
la stampa
2019-11-13 20:17:14
... solita predicuzza buonista.. stranieri in regolo ( con cosa ) o in attesa del permesso di soggiorno ( nel frattempo che fanno ).. e qualche italiano ( colpetto finale di giustificazione )..
2019-11-13 10:50:00
In altre zone abbondano capannoni inutili.Li' no?All'interno di vastisaloni tende o casette di legno o containers..