A 20 anni spaventati e infreddoliti persi sulle montagne a quota 1.700

PER APPROFONDIRE: freddo, montagna, monte borgà, notte, persi, pordenone
A 20 anni spaventati e infreddoliti  persi sulle montagne a quota 1.700
PORDENONE - I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico hanno salvato in nottata un ragazzo e una ragazza, escursionisti di circa venti anni, aretini, che avevano chiesto aiuto dopo essere stati colti dal buio in una zona impervia sul Monte Borgà, nel pordenonese, a quota 1.700 metri. I due ragazzi sono stati accompagnati prima sul sentiero 381 e da qui scortati al Rifugio Cava Buscada e poi con automezzo fuoristrada del CNSAS a valle.

Grazie al loro telefono cellulare, dal quale avevano chiamato chiedendo soccorso, è stato possibile individuare la posizione precisa in cui si trovavano. Per recuperarli erano partiti sei tecnici del Soccorso Alpino a piedi dal Rifugio Cava Buscada mentre altri quattro dalla base operativa a Claut monitoravano e coordinavano le operazioni. I due escursionisti erano nei pressi dei ruderi di Casera Tamers, molto spaventati e infreddoliti, ma in buone condizioni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 12 Agosto 2018, 10:18






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A 20 anni spaventati e infreddoliti persi sulle montagne a quota 1.700
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-08-12 15:11:31
Informarsi su cosa prendere con se' smbra facile, ma occorre programmare.Chi e' ottimista e conosce il percorso, conta di tornare prima del tramonto e ci riesce e quindi va leggero.Chi non conosce o e' alle prime armi, meglio si tenga oltre la soglia del peso minimo da portare ed abbondi.Non c'e' da vergognarsi se poi, tornati a casa, ci si accoge di aver portato cose inutili.A volte si pensa "meno male che ..ho portato.Di peso in piu' non muore nessuno, ma se manca equipaggiamento ci si pente (anche pila, fiammiferi, coltello)".Poi su cosa portare nello zaino, c'e da scervellarsi.Ci costruiscono su anche problemi ed esercizi di matematica , ramo programmazione lineare.Ma non c'e' bisogno di formule e computer...basta buon senso ed esperienza ed andare qualche volta coi vecioti.Per 4esempiolorosanno ch ealmattino puo'esserci un cielo limpido, previsioni favorevoli, ma sctenars il temporale locale ristretto con bomba d'acqua.Se la loro presenza imbarazza, meglio un plaid e fermarsi molto prima.
2018-08-12 23:10:18
Mi sembra una spiegazione abbastanza esauriente. Meglio portarsi dietro qualcosa che non serve, piuttosto che non avere qualcosa che al momento opportuno serve. Purtroppo trovi sempre qualcuno troppo sicuro di sè, il quale pensa che gli inconvenienti capitino solo agli altri.
2018-08-12 13:56:10
CHiSSa' QuanTi SOLDi dovraNNo PAGARE X L' inTerVenTo...
2018-08-12 11:47:57
Infreddoliti??Ma una maglia di lana o due maglioncini pesano troppo?Vanno bene anche se infeltriti, con le toppe ed i rammendi...e fuorimoda.Un poncho impermeabile ma anche un maxi sacco di plastica .Poi si attende giorno...prima di chiamare i buoni Samaritani.Il telefonino con tanto di campo e GPS vizia un poco.
2018-08-12 13:44:52
Io la farei più breve, informarsi sul necessario da portare con sè, prima di intraprendere nuove esperienze.