«Sa, qui sono tutti obiettori»: in 23 ospedali per riuscire ad abortire

«Sa, qui sono tutti obiettori»: in 23  ospedali per riuscire ad abortire

di Federica Cappellato

PADOVA - «Ho quarantuno anni, non sono una ragazzina ma non si è mai abbastanza adulti per vivere una cosa così». Parla a voce bassa ma ferma Giulia, la chiameremo così, libero-professionista residente in centro città, madre di due bambini. Per procedere all’interruzione volontaria della sua terza gravidanza, Giulia ha contattato 23 ospedali. Del Veneto soprattutto, ma anche del Friuli e dell’Alto Adige.

È metà dicembre quando la donna scopre di essere incinta, la legge impone di procedere all’ivg entro i primi novanta giorni. Dodici settimane, tre mesi. Giulia è al secondo mese abbondante. «Non doveva succedere, uso la spirale, mai e poi mai mi sarei aspettata una nuova gravidanza. Ho iniziato a fare qualche telefonata, inizialmente mi sono mossa pensando fosse relativamente semplice, contattando il mio ginecologo, l’ospedale di Padova. Mi sono accorta subito che tentennavano, da lì è iniziata un’odissea». Una dopo l’altra, Giulia contatta 23 strutture ospedaliere. Le risposte erano le più disparate: non ce la facciamo, siamo già al limite, non riusciamo a stare nei tempi, ci sono le vacanze, sono tutti obiettori, il problema non è solo trovare un medico ma anche l’anestesista può essere obiettore di coscienza, quindi dobbiamo convogliare in sala operatoria in una sola giornata professionisti non obiettori, è un lavoro d’équipe, non siamo nelle condizioni di...

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 1 Marzo 2017, 08:22






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Sa, qui sono tutti obiettori»: in 23 ospedali per riuscire ad abortire
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 118 commenti presenti
2017-03-04 21:01:55
NOn c'è uno straccio di prova, che l'anonima padovana si è guardata bene dal fornire. È l'ennesima bufala, con il guaio che è stata fatta rimbalzare a mitraglia su tutti i media nazionali, con commenti beceri e ripugnanti verso il Veneto tutto. Poi però fanno la fila per curarsi qui a Padova.
2017-03-03 11:54:13
115 commenti per una bufala? Ma pensate veramente che questa ha interpellato 23 ospedali che non esistono nenche in tutto il nordest? Avanti mi dica quali!
2017-03-02 05:46:29
...hai ragione coppertone..., ma sempre di necrofili trattasi, W la vita in qualunque stadio !!!!
2017-03-02 02:58:32
Se c'è una legge e nessuno la vuol applicare; è evidente che c'è qualcosa di ingiusto legalmente. L'aborto però, secondo me, è illegale. Può solo essere considerato "necessario"; per il fatto che le donne hanno sempre abortito, anche quando c'era la pena di morte.
2017-03-05 12:38:21
giorgio m: ingiusto legalmente.. Dunque ti sottopongo un esempio: limite di velocità 50 km/h e nessuno ne tiene conto perchè nessuno lo vuole applicare. Cambiamo la legge e portiamo il limite a 180 km/h... Evidentemente nei 50 km/h vi è qualcosa di ingiusto legalmente... Come te la sei sognata questa affermazione?