Il Movimento 3V scende in piazza: «Scellerata gestione della pandemia»

Lunedì 22 Febbraio 2021 di Nicola Benvenuti
Manifestazione del movimento 3V a Conselve

CONSELVE «Non siamo contrari a nulla a priori, però non ci convince quanto è accaduto con la gestione della pandemia». Così si sono espressi ieri mattina gli esponenti del Movimento 3 V, che significa Vaccini Vogliamo Verità, in piazza a Conselve dove è stato allestito un banchetto. Diverse decine le persone che si sono avvicinate allo stand degli anti vaccinisti, che distribuivano il loro materiale. C'erano volantini di tre tipi: il programma generale del M3V, quelli relativi alla campagna Io non mi vaccino perché e quelli per la campagna Io pago in contanti. Particolare interesse hanno suscitato i cartelli che erano stati stesi per terra e che riportavano gli articoli della Carta Costituzionale, in particolare quelli calpestati dall'uso irragionevole e continuo dei Dpcm, secondo i sostenitori del 3V. Tra gli argomenti sui quali i manifestanti hanno intrattenuto i conselvani sicuramente quello dei vaccini.

IL DIBATTITO «Incontrando i cittadini abbiamo fornito informazioni puntuali circa i ragionevoli dubbi sulla terapia genica o meglio ancora epigenetica anti covid in atto, perché, nonostante si continui a chiamarlo vaccino, in realtà non lo è», sostengono gli organizzatori. Secondo il Movimento 3V, infatti, «tutti i vaccini hanno un frammento o una forma indebolita di un virus o batterio ricollegabile alla malattia che si ha la presunzione di debellare, così non è in questo caso. É un autentico salto nel buio». Per i 3V «è inaccettabile che si facciano pressioni sui lavoratori perchè vengano vaccinati, non ci può nè deve essere nessun obbligo in tal senso». Ieri mattina in piazza XX Settembre si è cercato di guardare anche avanti: «Questa politica scellerata adottata da Governo e Regioni creerà tantissima disoccupazione con conseguenze economiche e sociali gravissime, ci opponiamo a questo modo di gestire la vita dei cittadini», affermano invitando tutti a partecipare alla manifestazione di sabato prossimo in piazza Bra a Verona. Oltre ai dubbi sull'efficacia dei vaccini e delle misure economiche prese nell'ultimo anno, i 3V sono fermamente contrari all'utilizzo della moneta elettronica. «Proponiamo l'utilizzo dei contanti per pagare i nostri acquisti e vogliamo essere liberi di non utilizzare i bancomat e le carte di credito, che rappresentano un costo pesante per il commercio di vicinato e favoriscono solo le banche», sostiene il movimento. Dai conselvani disponibilità ad ascoltare, ma anche diverse voci critiche nei confronti dei 3V, che comunque erano regolarmente autorizzati a svolgere la manifestazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche