Molestata sotto casa dallo spacciatore, denuncia social rilancata da Bitonci

PER APPROFONDIRE: immigrato, massimo bitonci, molestie, padova
Frame dal video Fb

di Marina Lucchin

PADOVA - «Un immigrato molesta una donna all'interno della proprietà condominiale dove abita. Fortunatamente è riuscita a chiudere repentinamente il cancello dell'atrio e a chiamare in aiuto suo marito, diversamente le conseguenze sarebbero state peggiori, considerato l'atteggiamento aggressivo e di sfida da parte dell'extracomunitario - scrive Massimo Bitonci sui social - A causa di questi individui non ci sentiamo più liberi e tranquilli a casa nostra. Con il decreto Salvini questi delinquenti torneranno nei loro Paesi d'origine».

Un quarto d'ora di paura per la donna di 50 anni che abita in corso Milano: il fatto venerdì scorso poco dopo le 22.30. «Ho pensato che se mi avesse visto spaventata sarebbe stato peggio, quindi ho mantenuto i nervi saldi ed è andata bene. Però per un quarto d'ora ho avuto davvero paura. Continuavo a dirgli che sarebbe sceso mio marito e che doveva andarsene, invece lui continuava a starsene lì».  «Sono poi riuscita a chiamare mio marito col viva voce senza che lo straniero se ne accorgesse. A quel punto ho chiuso il primo cancello e sono entrata dentro mentre mio marito scendeva. Gli abbiamo aperto più volte il secondo cancello, quello condominiale, per consentirgli di andarsene via, ma non c'è stato verso. Così mio marito l'ha filmato col telefonino mentre io chiamavo i carabinieri». Come si sente nel video, lo straniero propone al marito di fare sesso con la moglie e poi lo aggredisce: «Sto cercando di vendere eroina e cocaina. Vaff... te e la polizia».
«Ci ha fatto il dito medio - continua la donna - ma quando ha capito che facevamo sul serio se n'è andato. I militari l'hanno cercato nei dintorni ma non l'hanno trovato e noi abbiamo sporto denuncia». La cinquantenne spiega di aver pubblicato il video su Facebook «perché chi si fosse ritrovato davanti questo individuo stesse attento. Non so se è pericoloso, ma di sicuro è inquietante». La donna assicura che da quando è successo tutto questo la sua vita è cambiata: «Ora mi faccio accompagnare nel box da qualcuno quando è sera. Mi ci vorrà un po' per tornare a sentirmi sicura sotto casa».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Novembre 2018, 12:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Molestata sotto casa dallo spacciatore, denuncia social rilancata da Bitonci
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2018-11-12 16:00:09
Una volta esistevano gli Ultras del Padova che facevano per questi eventi una dovuta spedizione punitiva non potendo contare sulla giustizia. Ora è ancora peggio: siamo lasciati soli!
2018-11-12 09:40:24
... E' solo percezione... Citazione di chi? non ricordo.
2018-11-12 06:24:30
Il cipiglio e l'arroganza dimostra che i "razzistizzati" siamo noi cittadini italiani.Poi che la diffusione capillare dello spaccio e'molto gradita dai consumatori...consegna a domicilio, scelta , prezzi concorrenziali data la massa crescente di offerenti...capitati non a caso ma pilotoati dai grossi fornitori..SE ne beccano uno, poco danno per la perdita di poca robba e si aprono subito altri canali compensativi..
2018-11-11 21:39:40
... non solo loro i forti ma noi i deboli.. la sx gli ha voluti. la dx non li ha cacciati, i preti li hanno santificati. l'occupante già lo sa e si prepara a comandar..
2018-11-11 19:44:50
Solo propaganda populista da parte di bitonci, politico poco gradito li a Padova. Che batosta che ha preso alle ultime elezioni cittadine.....hahahaha.....ciao enrico..ciao.