Filippo, l'addio sul "suo" campo di calcio. Mamma Stefania: «Gli piacerà essere salutato così»

Domenica 5 Settembre 2021 di Luisa Morbiato e Barbara Turetta
fillippo alberto contin con la madre Stefania

PADOVA - Sarà il campo da calcio di via Pirandello a Caselle ad abbracciare per l'ultimo saluto Filippo Alberto Contin, il ragazzo di 17 anni morto venerdì mattina in seguito alle ferite riportate alla caduta in moto in via Don Bosco a Caselle. Questo il desiderio della famiglia accolto dall'Usma, la società sportiva nella quale Filippo militava da un anno e che ha dato piena disponibilità per l'organizzazione della cerimonia funebre. La famiglia ha scelto di celebrare il funerale sul campo, perché Filippo amava molto lo sport e quando lo si cercava o era al campo o era al parco. 


LA FAMIGLIA

«Salutarlo sul campo da calcio è nello spirito di Filippo, credo lui sia in un posto dove ora è felice - spiega mamma Stefania - ci sta guardando e sicuramente gli piacerà essere salutato così». Il funerale si svolgerà la prossima settimana, la famiglia Contin è in attesa del nulla osta dellautorità giudiziaria. Ieri intanto, dopo che mamma Stefania e papà Pietro hanno dato il loro consenso per la donazione degli occhi, le cornee di Filippo hanno ridato la vista ad un ragazzo. «Hanno voluto fare un grande gesto, qualcosa di lui continuerà a vivere - afferma unamica di famiglia - dal momento della disgrazia continuano ad arrivare messaggi e si susseguono visite di solidarietà e sostegno ai genitori e alla sorella di 21 anni, particolarmente colpita in quanto, essendo la mamma molto impegnata col lavoro, è la sorella che gli preparava i pasti e passava più tempo con Filippo ed in questo momento ha anche la forza di sostenere mamma e papà. I genitori alternano momenti di lacerante dolore ad altri di serenità almeno apparente».


GLI AMICI

Momenti che si sono alternati anche venerdì sera quando in parrocchia a Chiesanuova, scelta perché Filippo era impegnato li come animatore del Grest, si sono riuniti gli amici del diciassettenne: tanti i ricordi che hanno commosso, ma anche quelli che hanno strappato un sorriso parlando di Filippo del suo modo di essere giocoso e di saper sdrammatizzare anche i momenti più bui affermando che a tutto c'è una soluzione. In ricordo del ragazzo sono state preparate delle magliette con stampato il suo volto che tutti indosseranno al funerale. 
Per la cerimonia gli amici stanno preparando un video collage dei tanti momenti vissuti insieme accompagnato dalle sue canzoni preferite. E anche la società sportiva di Caselle si sta preparando per partecipare ai funerali, i ragazzi e i compagni di squadra del giovane stanno già pensando a come ricordare il loro amico. 
«C'è stato un momento di incontro con i ragazzi della squadra subito dopo aver saputo della tragedia - ha detto il presidente dell'Usma Giampaolo Peccolo -, abbiamo parlato, abbiamo ricordato Filippo, è un momento molto difficile per tutti noi». E in segno di lutto oggi pomeriggio la prima squadra dell'Usma scenderà in campo con la fascia nera al braccio. Alle 16 a Veggiano i giocatori disputeranno una partita di Coppa Veneto, e in segno di solidarietà con i giovani compagni della squadra, dove militava Filippo, scenderanno in campo anche indossando la divisa della squadra Juniores. Filippo era arrivato all'Usma un anno fa entrando nella categoria allievi. Aveva partecipato al ritiro organizzato dalla società a Lignano Sabbiadoro, poi l'inizio del campionato purtroppo interrotto dopo sole poche partite a causa della pandemia.
 

Ultimo aggiornamento: 10:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA