Dona un rene all'amica malata «Pareggiamo i conti con la sfortuna»

Le due amiche con la torta
MONSELICE - «Volevo pareggiare i conti con una sfortuna che non meritava». Così Letizia Guglielmo spiega la
decisione di donare un rene all'amica d'infanzia Lara Martello, restituendole la speranza di vita. Entrambe vivono a Monselice e sono nate a tre giorni di distanza nel settembre del 1969. 

Sette anni fa Lara ha scoperto di soffrire di glomerulonefrite, una malattia infiammatoria che interessa i reni.
Nel 2010 inizia il percorso di dialisi e quello dell'attesa  di un trapianto. La prima ad offrirsi è stata la madre, ma i
test di compatibilità sono risultati negativi. Poi, come racconta La Repubblica, una pizza con l'amica di sempre rappresenta la svolta della vita.  «Il rene te lo do io. Tu devi tornare a ridere come una volta».

Il giorno dell'intervento, poche ore prima di entrare in sala operatoria, le due amiche si sono tenute per mano. E oggi sono ancora più unite. «Il pensiero di aver salvato una vita a un'amica - dice Letizia - mi dà una
forza immensa».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 20 Ottobre 2017, 11:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dona un rene all'amica malata «Pareggiamo i conti con la sfortuna»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2017-10-20 22:23:46
questo e' amore verso il prossimo. io non so se sarei capace di fare un gesto cosi GRANDE.
2017-10-20 20:43:34
brava, brava, veramente brava. non so se avrei fatto altrettanto. penso che in un mondo in cui si danno premi a iosa anche per delle cavolate questa ragazza, si fa per dire ma le vedo ancora pimpanti, dalla foto non le farei quasi cinquantenni, sarebbe da prendere in considerazione.
2017-10-20 18:54:00
ATTO NOBILISSIMO che Iddio vi protegga entrambe !
2017-10-20 16:59:44
I migliori auguri a entrambe! E complimenti per il coraggio!
2017-10-20 15:21:03
Grazie Signora Letizia, persona meravigliosa e nemmeno sa che di cose buone ne ha fate più di una, un rene alla sua amica/sorella e un pò di speranza sul genere umano a me, perfetta sconosciuta. Mi ha fatta stare bene leggere di queste donne :-)