Medico di base positivo, il sindaco Marianna Hofer in isolamento

Martedì 24 Marzo 2020 di Giuditta Bolzonello
Il sindaco di Valle di Cadore in quarantena: il medico di base è positivo
VALLE DI CADORE  -  Appena il tempo di informare che il medico di base di Valle di Cadore è in quarantena che anche al sindaco tocca la stessa sorte. Marianna Hofer ha affidato ai social questo messaggio ieri sera: «Anch’io sono in isolamento domiciliare poiché sono entrata in contatto con il dottor Bovalo. Sto benissimo e sono super operativa anche da casa, solo non posso uscire. Visto il mio ruolo, oggi (ieri, ndr) mi sono sottoposta al tampone ed entro 72 ore mi comunicheranno il risultato. State tranquilli ma soprattutto state a casa. Vi abbraccio». Le persone che hanno avuto contatti con il medico, risultato positivo al coronavirus, sono state contattate e fra queste anche Hofer che continua a lavorare da casa ma che ieri sera, invece della consueta lezione ginnica, ha informato sulla sua attuale condizione ripetendo «sono certa di essere negativa, sto bene, state tranquilli ma state a casa». La notizia del medico era stata data in mattinata. È il secondo caso di positività per il comune di Valle, «qualcuno sarà già venuto a saperlo - scrive Marianna - il nostro medico di base Antonio Bovalo è risultato positivo al coronavirus». Sta bene il dottore che saluta tutti ma deve stare a casa così come sta accadendo a molti altri contagiati e da ieri sera anche al sindaco. «Il dottor Bovalo trascorre il periodo di isolamento a casa e continuerà a essere operativo nel suo lavoro per i suoi pazienti, naturalmente non potrà visitare». Dunque il medico è in isolamento ma continua a lavorare, il telefono diventa tramite tanto quanto la posta elettronica per la richiesta di medicinali che il professionista inoltra alla farmacia così da assicurare agli assistiti la continuità delle terapie (pratica di questi tempi divenuta modalità unica e insostituibile). A Valle il sindaco Hofer sta sostenendo la popolazione fin dall’inizio di questo periodo difficile con tutta una serie di iniziative, ora lavora da casa, «le ragazze del comune mi portano le carte che lasciano fuori dalla porta, fortunatamente ho una squadra super operativa». Al dottor Bovalo il sindaco invia, con la stima e la riconoscenza per il grande lavoro svolto quotidianamente, l’augurio di una rapida guarigione: «a lui va il mio e il vostro abbraccio». E poi ci sono le raccomandazioni: «Il virus sarà vinto solo se noi stessi sapremo essere i primi guardiani della nostra salute».
Giuditta Bolzonello © RIPRODUZIONE RISERVATA