Lunedì 4 Novembre 2019, 20:39

Grappino dopo lo schianto mortale. Il pubblico ministero: "processatelo"

Piera Fugazza, la vittima

di Andrea Zambenedetti

Dopo l’incidente stradale ha raggiunto a piedi l’abitazione della madre e s'è concesso un grappino. Proprio per questo sarebbe risultato positivo (1,70 gr/litro) quando la Polstrada gli ha fatto l’alcoltest. «Una tesi che è stata già accolta dal giudice di pace che gli ha restituito la patente» spiega Giesse Risarcimento che segue la famiglia della vittima. Giovedì prossimo la morte della 75enne di Lentiai di Borgo Valbelluna, Piera Fugazza, finirà davanti al gup Enrica Marson che dovrà esprimersi sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dal pm Simone Marcon che contesta a un 39enne di Mel, l’omicidio stradale, aggravato dalla guida in stato d’ebrezza. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Grappino dopo lo schianto mortale. Il pubblico ministero: "processatelo"
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-11-05 17:38:33
Hermitage qui ci vorrebbe lei addetto alla sicurezza
2019-11-05 13:30:53
E se invece la causa, come spesso succede, fosse del calabrone o zanzara sul cruscotto?
2019-11-05 12:09:39
un grappino o un grappone?
2019-11-05 11:56:44
Grande. E gli credono! Grande!
2019-11-05 12:55:40
Piu che "e gli credono" bisogna dimostrare il contrario.