Covid, in Grecia nuove restrizioni per i no vax: ingresso vietato per bar, ristoranti, cinema e musei

Lunedì 22 Novembre 2021
Covid, in Grecia nuove restrizioni per i no vax: vietato ingresso in ristoranti, cinema e musei

In Grecia, a partire da oggi, ai cittadini non vaccinati sarà vietato l'ingresso in tutti gli spazi pubblici chiusi, inclusi bar, ristoranti, cinema e musei. Parallelamente al potenziamento della compagna vaccinale per convincere i più anziani a immunizzarsi, entrano dunque ufficialmente in vigore le nuove restrizioni anti-Covid per i no-vax. A riferilo è il Guardian. Molti abbonamenti delle palestre erano stati ceduti in quanto queste, già prima delle nuove restrizioni, erano vietate anche a coloro che non erano in grado di fornire prove dell'immunizzazione o di recente guarigione dal virus. Fino a nuovo avviso, i dipendenti sia del settore pubblico che di quello privato dovranno lavorare su turni scaglionati con l'obbligo di mascherine anche negli spazi di lavoro.

 

Le misure sono state imposte poiché la capacità delle unità di terapia intensiva in tutto il Paese ha superato il 90%, secondo i funzionari sanitari. I tassi di vaccinazione in Grecia sono molto più bassi rispetto ad altri Paesi d'Europa, con un quarto degli adulti che non hanno ancora ricevuto la prima dose. Nelle ultime settimane sono aumentate anche le vittime. Il bilancio dei morti dall'inizio della pandemia a oggi è di 17.313 su una popolazione di circa 11 milioni. Nel frattempo il premier greco, Kyriakos Mitsotakis ha annunciato in Parlamento che saranno assegnati bonus di 900 euro in media a 100.000 operatori sanitari come segno di riconoscimento per il loro impegno durante la pandemia. «Èil minimo che possiamo fare, tenendo conto di quanto già gli dobbiamo», ha detto.

 

Ultimo aggiornamento: 17:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA