Coronavirus, diretta: Hong Kong e Tokyo, allarme nuove ondate. Bangladesh, oltre 3.300 nuovi casi e 41 morti

Giovedì 9 Luglio 2020
Coronavirus, diretta: Hong Kong e Tokyo, allarme nuove ondate. Nel mondo 12 milioni di contagi

Coronavirus, sale a oltre 12 milioni il numero dei contagiati dal Covid19 nel mondo, di questi 548.799 con esito fatale, mentre negli Usa si registrano altri 55 mila casi in 24 ore. Il numero delle persone contagiate dal coronavirus nel mondo ha superato i 12 milioni, secondo il bilancio, continuamente aggiornato, della Johns Hopkins University. Poco dopo l'ultimo aggiornamento dei casi in corso, con 55 mila nuovi contagi negli Stati Uniti, il totale mondiale è salito a 12.007.327. E intanto a Honk Kong scatta l'allarme per una nuova possibile ondata di contagi. 

Coronavirus in Bangladesh, a Dacca il business dei test falsi: «Venduti anche nelle copisterie»

Caso camici in Lombardia, indagato il cognato di Fontana
 

Usa, altri 58.601 casi in un giorno, 820 morti


Gli Stati Uniti hanno registrato 58.601 nuovi casi di coronavirus e 820 morti nelle ultime 24 ore. Lo riporta la John Hopkins university, per un totale di 3.054.699 e 132.300 morti nel paese. Intanto il presidente Trump preme per riaprire delle scuole.
 

Bangladesh, oltre 3.300 nuovi casi e 41 morti


Aumenta il bilancio delle vittime da Coronavirus in Bangladesh, con 41 nuovi decessi nelle ultime 24 ore, per un totale di 2.238 morti ufficiali. Tra mercoledì e giovedì, secondo i dati delle autorità sanitarie riportati dal Dhaka Tribune, sono stati registrati 3.307 nuovi casi di contagio, per un totale di 175.494 casi confermati dall'inizio della pandemia.

 

 
 

Paura nuove ondate di Covid19

Hong Kong teme nuova ondata di contagi

Le autorità di Hong Kong hanno messo in guardia la popolazione contro una potenziale «crescita esponenziale» di nuovi casi di coronavirus dopo una fiammata di contagi locali. Da domenica scorsa a oggi nella metropoli sono stati registrati 65 nuovi casi, inclusi 31 in cui l'infezione è stata trasmessa a livello locale. Si tratta per alcuni della «terza ondata» del virus nel centro finanziario asiatico, riporta la Cnn, che ha colpito tassisti, camerieri, infermieri e anziani ospiti di case di riposo. «È possibile che ci sarà un grande focolaio», ha detto Chuang Shuk-kwan, il direttore del Centro per la protezione della salute: «Potrebbe esserci un'improvvisa crescita esponenziale dei casi».

Dall'inizio della pandemia Hong Kong ha registrato 1.324 casi di coronavirus e solo sette decessi legati alla malattia. «Il virus troverà qualsiasi spiraglio nella vostra armatura», ha commentato da parte l'esperta di malattie infettive Sarah Borwein volendo sottolineare la facilità con cui il virus riesce a penetrare nell'organismo: «Lo abbiamo visto a Pechino, a Singapore, in Corea del Sud e adesso in Israele, in Australia e altrove».

Tokyo, 224 nuovi casi: si teme un'altra ondata. A Tokyo sono stati confermati 224 nuovi casi di coronavirus, il più alto incremento giornaliero dall'inizio della pandemia. Lo riporta l'emittente Nhk. Nel Paese si teme una nuova ondata di contagi, dopo che il governo a fine maggio ha decretato la fine dello stato di emergenza. Ieri, in tutto il Giappone erano stati confermati 207 nuovi casi, compresi 75 contagi a Tokyo e 48 nella vicina prefettura di Saitama. Secondo i dati riportati dall'emittente Nhk, dall'inizio della pandemia sono stati confermati in Giappone 21.125 contagi, con 995 decessi.

Germania, 442 nuovi contagi e 12 decessi. In Germania si sono registrati 442 nuovi casi positivi e 12 decessi per il coronavirus. Lo riferisce l'Istituto Koch, per un totale di 197.783 contagi e 9.048 morti dall'inizio dell'epidemia. Baviera (49.023 contagi), Nord Reno Westfalia (44.492)e Baden-Wuerttemberg (35.942) si confermano il land tedeschi più colpiti. A Berlino si sono contagiate 8537 persone.

In Italia, ieri, contagi in risalita mentre aumentano i timori per i casi 'importati': per la prima volta dei viaggiatori, 165 bengalesi, sono stati respinti alla frontiera degli aeroporti di Fiumicino e Malpensa. A Bergamo non ci sono più affetti dal Covid in terapia intensiva.
 

 
 

 

Ultimo aggiornamento: 13:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA