Coronavirus, in Italia 193 nuovi casi e 15 morti: meno di mille pazienti in ospedale

Mercoledì 8 Luglio 2020
Coronavirus, in Italia 193 nuovi casi e 15 morti: meno di mille pazienti in ospedale

Conoravirus. Italia si registrano 193 nuovi casi che portano il totale a 242.149 (+0,08% rispetto a ieri). Come da bollettino diffuso dalla Protezione Civile gli attualmente positivi sono 13.595. Sono 15 i morti (totale deceduti 34.914). I nuovi dimessi/guariti sono 825, per un totale di 193.640. Restano ricoverati in terapia Intensiva 71 pazienti (+1, +1,4%). I tamponi effettuati totali 5.754.116 (+50.443). Per la prima volta ci sono meno di mille pazienti Covid-19 in ospedale.

LEGGI ANCHE Coronavirus Parma, focolaio in azienda di ovoprodotti Parmovo: 33 dipendenti positivi

LEGGI ANCHE Coronavirus, imprenditore veneto positivo in Africa: controlli sui partecipanti a una cena

I casi sono 71 in Lombardia, il 36,7% del totale, e 49 in Emilia Romagna. Attualmente i casi totali sono 242.149. Rispetto a martedì le vittime diminuiscono con un incremento di 15 nelle ultime 24 ore mentre ieri erano 30. Il totale dei morti per Covid sale a 34.914. Quattro le Regioni che non fanno segnare nuovi casi: Umbria, Sardegna, Valle D'Aosta e Molise, oltre alla provincia di Trento. I tamponi nelle ultime 24 ore sono 50.443, circa 7mila più di ieri.

LOMBARDIA. Sono 71 i nuovi casi positivi in Lombardia, di cui 24 a seguito di test sierologici e 23 "debolmente positivi". I nuovi decessi sono 12 per un totale complessivo di 16.725 morti in regione. Sono in calo sia i ricoverati in terapia intensiva: (-2, 34 in totale) che negli altri reparti (-18, 211 in totale).

In Lombardia torna il primato di Bergamo per i nuovi casi di Covid19. Sono 30 i positivi rilevati in provincia; secondo il bollettino della Regione, segue Milano, con 16 casi, di cui 6 nel capoluogo, e Brescia, con 9 positivi al virus. A Mantova, sotto osservazione per i focolai nei macelli, ci sono 4 casi, a Lodi idem. Nel resto delle province uno, due o tre casi al massimo, come a Cremona.

Intanto la terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo non ha più pazienti contagiati dal coronavirus e dopo 137 giorni dal primo ricovero avvenuto domenica 23 febbraio è covid-free. «Nessun paziente affetto da Covid nella terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo: dopo mesi di lutti, sofferenza e dolore, la città inizia a rialzarsi e questa splendida notizia lo conferma. Non possiamo che rivolgere un sincero ringraziamento a Beatrice Stasi, direttore generale dell'ospedale, e a tutta la sua squadra di medici infermieri e personale sanitario. Loro sono stati i veri eroi di questa pandemica, lavorando fino allo stremo e sfidando il virus per tutelare la collettività», dicono in una nota i deputati bergamaschi di Cambiamo! con Toti Stefano Benigni e Alessandro Sorte.

LAZIO. «Oggi registriamo un dato di 14 casi e zero decessi. Dei nuovi casi 9 sono casi di importazione e di questi sette hanno un link con viaggiatori di rientro dal Bangladesh con voli già attenzionati. Un altro caso proviene dall'Olanda con destinazione Somalia e uno proviene dal Brasile. La provincia di Rieti è Covid free, ovvero non ci sono positivi, nessun decesso e nessun caso posto in isolamento domiciliare». Lo sottolinea l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, nel bollettino dell'Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio. «Straordinario l'afflusso al drive-in della Asl Roma 2, dove tra ieri e oggi sono già stati effettuati oltre 500 tamponi e - aggiunge l'assessore - Voglio ringraziare della collaborazione la comunità del Bangladesh a Roma e le loro autorità religiose. Fino a questo momento non si registrano casi positivi al tampone e sono tutti negativi anche i tamponi eseguiti per il cluster del centro estivo in zona Casilina».

VENETO. C'è anche una bimba di un anno, figlia di un uomo di origini camerunesi, già positivo, tra i sette nuovi casi di Coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, segnalati dal bollettino regionale. Il totale dei contagi dall'inizio della pandemia sale a 19.348. Tra gli altri nuovi positivi, tre sono italiani, due sono anziani di origine kosovara (di 67 e 75 anni), una donna di 36 anni nata in Brasile. Gli attuali positivi sono 386, i soggetti in isolamento sono 992. I decessi salgono a 2.034, +9 rispetto a ieri, 1.432 negli ospedali. Scende la pressione sui reparti ordinari, che ospitano 160 pazienti (-8), ed è stabile la situazione nelle terapie intensive, con 10 ricoverati, 3 positivi.

 

Ultimo aggiornamento: 9 Luglio, 07:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA