Ucraina, Apple sospende le vendite in Russia: sanzioni e limiti ai servizi come risposta all'invasione voluta da Putin

L'azienda californiana si unisce alla scia di sanzioni contro Putin

Mercoledì 2 Marzo 2022
Ucraina, Apple sospende le vendite in Russia: sanzioni e limiti ai servizi come risposta all'invasione voluta da Putin

La Apple è l'ultima azienda in ordine cronologico ad aver messo il bando alla Russia. Ieri l'azienda californiana ha annunciato lo stop alle vendite, come risposta all'aggressione di Putin all'Ucraina. La casa di iPhone si è detta «profondamente preoccupata» per la guerra e si schiera con coloro che «stanno soffrendo a causa delle violenze». Inoltre, Apple ha annunciato che limiterà in Russia alcuni dei suoi servizi sul territorio russo.

 

Ucraina, paracadutisti russi atterrano a Kharkiv. Attesa per secondo round negoziati

Biden: «Putin dittatore, ha sbagliato. Guerra premeditata, pensava di dividerci». Chiuso lo spazio aereo Usa ai voli russi

 

Apple si ferma in Russia

Apple ha fatto sapere cheè stato disabilitato sia il traffico, che gli incidenti dal vivo in Apple Maps in Ucraina come «misura di sicurezza e precauzione per i cittadini ucraini». La scorsa settimana, il vice primo ministro ucraino Mykhailo Fedorov aveva inviato una lettera aperta ad Apple su Twitter, in cui chiedeva di escludere la Russia dai suoi prodotti, servizi e App Store. «Ci impegniamo a rispettare tutti i requisiti delle sanzioni e continuiamo a monitorare le ultime linee guida», ha risposto la società guidata da Tim Cook.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA