«Fare sesso regolarmente allontana la menopausa: ecco perché»

Giovedì 16 Gennaio 2020
«Fare sesso regolarmente allontana la menopausa»

Le donne che fanno sesso ogni settimana hanno meno probabilità di avere una menopausa precoce. Sono le conclusioni a cui sono arrivati gli esperti dell'University College di Londra in una ricerca che ha coinvolto 2.936 donne. I ricercatori hanno constatato che le donne che avevano avuto rapporti sessuali con cadenza settimanale avevano il 28% in meno di probabilità di essere in menopausa. Quelle che hanno fatto sesso ogni mese avevano il 19% in meno di probabilità di soffrire di menopausa precoce rispetto a chi aveva fatto sesso con minore frequenza. Il team di studiosi ritiene che il motivo sia dovuto al fatto che la mancanza di attività sessuale segnala all'organismo la possibilità di «investire risorse altrove».  L'ovulazione è un processo che richiede un dispendio di energie per il corpo, spiegano i ricercatori, se non c'è possibilità di restare incinta quelle energie vendono utilizzate diversamente.

Menopausa, sdoganata la pillola che combatte vampate, osteoporosi, insonnia e depressione

Megan Arnot, tra gli autori  dello studio, afferma: «I risultati della nostra ricerca suggeriscono che se una donna non sta facendo sesso e non vi è alcuna possibilità di gravidanza, il corpo "sceglie" di non investire nell'ovulazione perché sarebbe inutile». I risultati confermerebbero la cosiddetta «ipotesi della nonna»: prevede che la menopausa si sia originariamente evoluta negli esseri umani per ridurre i conflitti riproduttivi tra le diverse generazioni di donne, consentendo alle più adulte di occuparsi dei nipoti e garantire così la prosecuzione della specie. 

A Milano il primo ospedale dedicato alla salute delle donne

Lo studio, che è stato pubblicato su Royal Society Open Science, ha esaminato - riferisce Indipendent - i dati dello studio statunitense sulla salute delle donne tra il 1996 e il 1997. Nessuna delle donne era ancora entrata in menopausa all'inizio dello studio e l'età media alla prima intervista era di 45 anni. Tuttavia, il 46% stava iniziando ad avere i primi sintomi, come irregolarità nel ciclo mestruale e vampate di calore. L'altro 54% si trovava nella fase pre-menopausa, con cicli regolari e senza sintomi di menopausa. All'inizio dello studio è stato chiesto alle donne di spiegare con quale frequenza avevano fatto sesso. Ruth Mace, tra gli autori dello studio inglese, ha aggiunto: «La menopausa è, ovviamente, inevitabile per le donne e non esiste alcun comportamento che impedisca la cessazione della riproduzione. Tuttavia, questi risultati sono un'indicazione iniziale che i tempi della menopausa possono essere adattivi, in ​​risposta alla probabilità di rimanere incinta».

Osteoporosi, bere acqua mantiene le ossa forti. I consigli: sport e poco sale

 

Ultimo aggiornamento: 11:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci