Le speculazioni vergognose sul prezzo delle mascherine e l'esempio di una farmacista che le vende a prezzo di costo

Giovedì 9 Aprile 2020
Egregio direttore,
ho letto l'articolo sulle mascherine e non sono assolutamente d'accordo sul punto 6 e cioè su quanto devono costare... Le proposte che in questi giorni arrivano in farmacia parlano di tutt'altre cifre come da offerta che le allego (circa due mesi fa, prima dell'esplosione della pandemia, 50 mascherine al pubblico costavano tra 10 e 12 euro). Io stesso nei giorni scorsi pur di non essere tacciato da speculatore ho rivenduto queste mascherine allo stesso prezzo con il quale le avevo acquistate senza un centesimo di ricarico .... Se vorrà sono disponibile a mostrarle la fattura di acquisto... Gradirei anche sapere dal giornalista che ha scritto l'articolo se può indicarmi, visto che è cosi ben informato, dove posso acquistare le mascherine a quel prezzo anche per uso personale e dei miei collaboratori.

Francesco Piva
farmacista


Caro lettore,
nel nostro servizio, che è stato realizzato con il supporto degli esperti dell'Università di Padova, abbiamo indicato quale dovrebbe essere il costo reale delle mascherine. Del resto lei stesso ci conferma che prima della pandemia una mascherina costava al pubblico 20-25 centesimi. Ma pochi prima le chiedevano e le compravano. Ora il rapporto tra domanda e offerta si è invertito e, come abbiamo peraltro scritto, questo ha fatto lievitare anche notevolmente i prezzi. Non è certo colpa dei farmacisti, che sono l'ultimo anello della catena commerciale. Anzi va sottolineata la scelta di chi come lei, proprio per l'eccessiva lievitazione dei prezzi, ha scelto di non effettuare alcun ricarico sulle mascherine in vendita nella sua farmacia. Ma tutto questo pone, o meglio ripropone, il problema del controllo sui prezzi di questi prodotti che troppo spesso sono oggetto, da parte di chi le produce e di chi li distribuisce, di operazioni speculative non solo ingiustificate sul piano dei costi, ma anche moralmente indegne. E poiché con le mascherine dovremo convivere probabilmente a lungo, sarebbe bene che le autorità intervenissero per calmierare i prezzi e soprattutto impedire operazioni commerciali intollerabili. Non è tollerabile che per proteggersi se stessa e gli altri, una persona debba spendere decine di euro al mese per comprare prodotti che valgono e dovrebbero costare invece qualche decina di centesimi. Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 14:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci