Il governo era arrivato al capolinea dopo le europee averne prolungato l'esistenza è stato un errore

PER APPROFONDIRE: crisi, governo, lega
Egregio direttore, 
so di farle una domanda degna di una lotteria. Ma ora che la Lega ha deciso di sfiduciare il governo Conte, cosa accadrà? Che si vada a votare entro la fine dell'anno io non ci credo tanto. E lei?


Pietro Giuliani
Padova


Caro lettore, 
cosa succederà davvero non lo so. Viviamo una stagione politica confusa e imprevedibile da cui ci si può attendere di tutto o quasi. Del resto chi dopo le elezioni del marzo del 2018 avrebbe scommesso su un'alleanza così innaturale come quella che ha portato alla formazione del governo giallo-verde e Giuseppe Conte alla presidenza del Consiglio? Credo però che anche in una situazione politica così fluida e in costante evoluzione, alcuni punti fermi ci siano. Il primo. Era chiaro da settimane, direi dal giorno dopo le elezioni europee, che questo governo era arrivato al capolinea. Averne prolungato l'esistenza è stato un errore. Abbiamo trascorso settimane all'insegna dei litigi quotidiani tra Lega e M5s e dei rinvii di ogni decisione. Mettere un punto fermo a questa esperienza di governo dai risultati discutibili e dall'intollerabile tasso di conflittualità era ed è inevitabile. Non ci sono più margini per tenere in piedi un'alleanza che era innaturale al momento della sua nascita e che è diventata, strada facendo, insostenibile. Secondo punto. Le elezioni europee hanno fatto emergere equilibri politici molto diversi da quelli oggi rappresentati in Parlamento. Da molte parti si fa strada la tentazione di creare nuove maggioranze facendo leva sull'esigenza di approvare nei prossimi mesi la nuova legge di bilancio e, soprattutto, sulla disponibilità di moltissimi parlamentari (sopratutto di M5s) preoccupati di perdere il proprio scranno in caso di voto anticipato. Sarà il Presidente della Repubblica a dettare l'agenda e decidere al meglio nell'interesse del Paese e nel rispetto della Costituzione. Ma se non si andrà subito al voto, è difficile pensare che si possano determinare nuovi equilibri di governo che prescindano o che addirittura siano finalizzati ad emarginare la Lega, cioè dal partito che è risultata essere la prima forza politica italiana alle elezioni europee e che i sondaggi accreditano oggi di un consenso superiore al 35 per cento.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Agosto 2019, 13:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il governo era arrivato al capolinea dopo le europee averne prolungato l'esistenza è stato un errore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-08-11 10:42:55
Il governo è partito al capolinea. Vorrei spiegare in modo semplice con un esempio il mio dubbio. Avete presente quelle cooperative che costruiscono case? Tu cittadino aderisco, metti i soldi, la ditta mette giù le prime opere, e poi "fallisce" ma co i schemi! Girando il concetto in termini politici, promettono, si fanno eleggere, gozzovigliano per in po,si garantiscono il futuro, e dopo i fa ea bea, lasciando l'elettore e le sue speranze inattese. È un buon sistema quello di far cadere i governi. Poi si riciclano, inventano nuovi partiti, che nuovi sono solo nel nome, oppure svernano in quella oscenità chiamata "gruppo misto" cosa vuol dire gruppo misto? O sei bianco e sei nero!!!
2019-08-11 10:29:59
Il governo è arrivato al capolinea, non so cosa voglia dire, salvini dice di andare subito alle elezioni per formare in fretta un governo, ma se ci sei al governo, perchè lo hai fatto cadere?, per poi rifarne uno uguale con i grillini a percentuali invertite? la strada imboccata dimostra la inadeguatezza dei populisti a governare , dopo averci portato alla rovina, ce ne accoregeremo in autunno, adesso invece di continuare a governare come hanno sempre detto per altri 4 anni, non potendo mantenere le promesse fatte a tanti, voltano le spalle al paese e se ne vanno al mare. Aveva ragione Renzi, questa pantomima è finita senza che nessuna opposizione abbia fatto nulla, hanno fatto tutto da soli. L'unica cosa che spero ,è che il nuovo governo sblocchi subito la vergogna delle ong, e faccia sbarcare subito i migranti che non hanno nessuna colpa, anzi se fossi in loro chiederei a grande voce che le multinazionali anche Italiane lascino stare l'Africa al suo destino, vedrete che allora nessun nero arriverà più nel nostro paese.
2019-08-11 05:51:33
Dalle elezioni 2018 alla firma del contratto di governo e poi da questa alla fine: due intervalli quasi uguali di TEMPO.Nle frattempo alcuni problemi marciscono o restano sospesi ameta'.Nel piccolo dei comuni sospese a meta' pure opre pubbliche..dicertoc'e'che siresgistra un delela zioni, un aumento dello spread, Iva che incombe. Inavigatornonhanno ancorapiazzatounlavoratoresulmercato, quota 100..una Caporettodidimissioni a fronte d minori ingressi nelmodo dellavoro..ospedali ed uffici e scuolee caserme sguarnite.Gli unici che lavorano sono i giornalisti politici e le case di sondaggi. CivorrebbeunPutin italiano??Gia':la scoppiano ordigni nucleari, mega incendi in Siberia lasciati estendersi e si preoccupano di manganellare giovani oppositori inermi.
2019-08-11 10:45:05
Sembra che il 38 % degli Italiani gradisca Putin, questo è un fatto, però mi piacerebbe sapere cosa pensano della bidonata che salvini ha tirato ai grillini, al confronto lo " stai sereno" di Renzi è acqua fresca.
2019-08-10 20:13:01
Inutile votare in Italia, serve solo una rivoluzione cruenta e poi dieci anni tranquilli, come sempre.