Vino, entro fine anno previsti per il Made in Italy 11 miliardi di fatturato: +9%

Mercoledì 21 Luglio 2021
Vino, entro fine anno previsti per il made in Italy 11 miliardi di fatturato: +9%

È in risalita il vino Made in Italy che prevede di chiudere il 2021 con un aumento del 9% con un giro d'affari di circa 11 miliardi di euro, mantenendo intatto il secondo posto nella classifica globale dei maggiori Paesi esportatori. È quanto emerge dal Forum Nazionale Vitivinicolo 2021 in corso, promosso da Cia-Agricoltori Italiani in collaborazione con Unione Italiana Vini. Questo dopo l'anno della pandemia, costato al settore 3 miliardi per un crollo medio dei fatturati del 15%, ma per tornare ai livelli pre-Covid, vale a dire a quei 13 miliardi di euro di valore alla produzione del 2019 la strada da fare è ancora lunga.

 

Turismo, le Eolie ripartono dal vino: grande attesa per la decima edizione del Malvasia Day

 

Secondo le associazioni, bisogna attendere la ripresa stabile della ristorazione e del turismo, così come del commercio mondiale, confidando che la variante Delta non imponga nuove restrizioni; e nel frattempo puntare su nuovi canali, mercati e trend e quindi scommettendo sull'e-commerce, che ha registrato un aumento del 120% nei primi sei mesi del 2021, sull'export in Paesi strategici come la Cina che ha messo a segno +22% nel primo quadrimestre e sul boom del vino rosato, che si affianca a quello delle bollicine italiane, avviate verso 1 miliardo di bottiglie prodotte entro i prossimi tre anni. 

Ultimo aggiornamento: 16:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA