Le casalinghe diventano squillo, di nascosto dai mariti: «Ricche e felici con 10 mila euro al mese»

PER APPROFONDIRE: casalinghe, mariti, rimini, squillo
Le casalinghe diventano squillo: «Ricche e felici con 10 mila euro al mese»
​Sono casalinghe, ma tutt'altro che disperate. Anzi, forse lo erano fino a qualche mese fa, quando tra lavoretti di ogni tipo facevano fatica a sbarcare il lunario. Ora quattro bellissime donne, di età compresa tra i 24 e i 49 anni, hanno deciso di arrotondare prostituendosi.



Le quattro si sono organizzate in quella che appare a tutti gli effetti una cooperativa del sesso a pagamento: hanno preso in affitto un appartamento in cui offrono le loro prestazioni, e dagli annunci sessuali sul web alla vox populi la loro popolarità sta aumentando in tutta la città di Rimini e non solo.



La particolarità è che queste donne sono da tempo sentimentalmente impegnate: due di loro sono sposate con figli, le altre sono fidanzate da molti anni. E i rispettivi mariti e compagni sono ignari di tutto A raccontare la vicenda a La Nazione è una delle protagoniste: «Manteniamo comunque il lavoro precedente come 'copertura'. Prima di iniziare quest'attività facevamo le colf, le baby-sitter, le cameriere, e quando lavoravamo anche nei week-end guadagnavamo appena 1000 euro al mese. Ora possiamo arrivare anche a 10 mila, li mettiamo tutti in banca perché vogliamo dare un futuro migliore ai nostri figli. I nostri mariti non sanno nulla, e non sono volpi».



Un'altra donna ha invece dichiarato a Il Resto del Carlino: «Abbiamo regole molto rigide: non vogliamo stranieri e anziani. La nostra clientela è composta da uomini tra i 24 e i 50 anni, alcuni ci apprezzano perché non siamo professioniste e si sentono più a loro agio, altri si innamorano e vorrebbero che smettessimo per loro, ma siamo già impegnate. Ovviamente stiamo attente a non spendere i soldi che incassiamo per non destare sospetti non tanto nei nostri compagni, quanto nelle nostre madri. Però intanto ci divertiamo e facciamo soldi, tutti esentasse. Mi auguro proprio che lo Stato non legalizzi la prostituzione, altrimenti colpirebbe noi come fa già con gli imprenditori».

Martedì 23 Settembre 2014, 09:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Le casalinghe diventano squillo, di nascosto dai mariti: «Ricche e felici con 10 mila euro al mese»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2019-05-26 07:09:40
Quando ci si deciderà ad abbandonare l'ipocrisia ed a legalizzare la prostituzione, sottoponendola a tassazione e controlli ? Ah...Merlin, hai fatto proprio un bel lavoro, relegando alla clandestinità un "lavoro" che non è mai cessato.
2019-04-12 22:19:13
Dal Gazzettino di...ieri:"Sesso senza protezione, boom di malattie sessuali tra i giovani". Avanti Savoia.
2019-07-01 16:47:55
E quante delle donne che lo fanno senza protezione sono prostitute e quante non lo sono? Commentare con cognizione di causa!
2019-03-13 18:17:28
si va bene è il mestiere piu' antico del mondo, e poi meglio farlo e farsi pagare che darla al bar al primo che capita gratis
2019-01-12 12:54:03
Sai che novità. Un tempo c'erano i casini e le case di appuntamento (stessa cosa)