Bolide avvistato nei cieli della Puglia: prima la scia luminosa, poi il boato

Giovedì 11 Novembre 2021
Bolide avvistato nei cieli della Puglia: prima la scia luminosa, poi il boato.

Prima una scia luminosa, poi il boato. Un bolide ha attraversato ieri sera il cielo della Puglia, con decine di segnalazioni e avvistamenti dal Salento fino alla Basilicata. La meteora è apparsa intorno alle 19. Gli esperti di Prisma (Prima Rete per la Sorveglianza sistematica di Meteore e Atmosfera) spiegano sul proprio sito: «La meteora è comparsa ad una quota di circa 78 km poco a Sud del Lago di Pappadai. Proseguendo la sua corsa alla velocità di circa 13 km/s in direzione Nord-Est, ha raggiunto la quota di 30 km superando il litorale e spegnendosi 15 km al largo di Torre Santa Sabina. Eventuali frammenti sopravvissuti all'attraversamento dell'atmosfera sono dunque finiti in mare».

Il bolide è stato ben visibile a occhio nudo perché a bassa quota. Chi ha avuto la fortuna di avvistarlo, parla di una scia luminosa inizialmente di colore verde e rossastra sul finire. Molti riferiscono anche di un boato. L'esplosione del bolide è avvenuta in mare, ragion per cui nessun detrito è finito sulla terraferma. L'osservatorio atronomico San Lorenzo - condiviso dalla Protezione Civile del Salento - scrive su Facebook: «La scia molto luminosa apparentemente di color verde, è riconducibile quasi certamente al fenomeno delle Tauridi sud, lo sciame meteorico che si sta verificando proprio in questi giorni. Sono i residui della coda cometaria della 2P/Encke che si stanno bruciando col l'impatto dell'atmosfera terrestre e hanno la peculiarità di essere, seppur rarissimamente, molto luminose: anche negli scorsi sono stati osservati, durante lo sciame, bolidi del genere attraversare il cielo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA