Francia, a 160 km crea il panico in città. Chi c'era al volante? La scoperta lascia la polizia incredula

PER APPROFONDIRE: autovelox, centro, donna anziana, francia
A 160 km/h in pieno centro crea il panico incurante di semafori e autovelox. Chi c'era al volante? La scoperta lascia la polizia incredula

di Simone Pierini

Sfrecciava con la sua Twingo a oltre 160 km/h in pieno centro. L'autovelox lo ha immortalato ma lui non ha fatto una piega, ha continuato il suo percorso incurante di semafori, stop e incroci. Moltissime sono state infatti le segnalazioni alla polizia da parte dei cittadini spaventati dalla folle corsa dell'autista misterioso. 




Ma in serata la polizia di Dordogne, in Francia, lo ha rintracciato ed è riuscito a fermarlo. Ma quando hanno scoperto chi era al volante sono rimasti increduli. A bordo dell'auto c'era una donna di 86 anni, ignara di quanto avesse fatto e della gravità della sua condotta in strada. 

Ovviamente alla signora è stata immediatamente ritirata la patente. Per fortuna non ha provocato alcun incidente e nessuna persona è rimasta ferita. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Maggio 2018, 16:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Francia, a 160 km crea il panico in città. Chi c'era al volante? La scoperta lascia la polizia incredula
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-05-12 07:46:37
Una twingo a 160 km/h e' gia' un'esagerazione: in citta' e con un'anziana alla guida diventa proprio una bufala.... da autovelox difettoso
2018-05-11 22:40:09
io non ci credo che andava a 160 km ora con una twingo in centro abitato.
2018-05-11 17:45:51
Mi ricorda due famose nonne della mia infanzia: Nonna Abelarda (personaggio di un fumetto molto in voga tra i bambini alla fine degli anni '50) e Giovanna la nonna del Corsaro Nero (indimenticabile serie della TV dei ragazzi dei primi anni '60). Una più vulcanica dell'altra, erano sempre pronte a sistemare i guai dei nipoti.
2018-05-11 09:07:12
Aveva appena cambiato gli occhiali e non riusciva bene a leggere il contachilometri.
2018-05-11 13:48:49
Lei scherza, anche se questo non è il caso, gli anziani, anche se ci vedono bene in lontananza, hanno spesso grosse difficoltà a leggere da vicino. Ci vorrebbero tachimetri con caratteri più grandi.