Atti vandalici e scritte contro gli Alpini nel giorno dell'adunata. Zaia: «Attentato alla parte migliore della società»

PER APPROFONDIRE: adunata, alpini, milano, scritte
Atti vandalici e scritte contro gli Alpini nel giorno dell'adunata. Zaia: «Attentato alla parte migliore della società»
MILANO - Atti vandalici contro gli Alpini nel giorno dell'avvio dell'adunata a Milano. In via Marsala sono state infrante le vetrine della sede nazionale dell'Associazione Alpini, mentre in piazza San Babila sono state imbrattate le vetrine dello stand 'Alp Shop'. Il presidente della Regione Lombardia.

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, ha espresso «solidarietà» alle penne nere riunite a Milano per l'Adunata del Centenario condannando i «vili attacchi. La solita idiozia di pochi imbecilli - ha detto - non macchierà di certo questi tre giorni di festa». In particolare contro lo stand sono state lanciate delle uova. La polzia indaga anche su una scritta rossa «gli alpini stuprano». Si spera che le telecamere in zona possano fornire indizi utili per risalire ai responsabili.

ZAIA DIFENDE LE PENNE NERE
«Giù le mani dagli Alpini e dalla loro adunata, l'evento di popolo più pacifico, solidale e festoso che questo Paese conosca. Chi tenta di turbarlo attenta alla parte migliore del nostro tessuto sociale». Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto condanna gli atti vandalismo che sono stati compiuti a Milano dove è in corso l'adunata nazionale delle Penne Nere. «È successo qualcosa di simile anche l'anno scorso - aggiunge - e non è una novità che in occasione della grande adunata ci siano elementi che cerchino di colpirla con atti che possiamo solo trovare inconcepibili e da condannare. Ci vuole un gran coraggio e nessuna sensibilità ad essere vandali con gli Alpini che dovunque vadano si dimostrano uomini di Pace. A nome di una Regione da sempre alpina, dico che chi tocca un Alpino tocca tutti noi». «Esprimo la solidarietà mia e dei veneti a tutti i 'Veci e i Bocià che da Milano ci regaleranno ancora una volta tre giorni indimenticabili - conclude il governatore - e risponderanno agli sconsiderati con la loro solidarietà e travolgendo tutti nella loro festa di persone per bene».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 10 Maggio 2019, 13:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Atti vandalici e scritte contro gli Alpini nel giorno dell'adunata. Zaia: «Attentato alla parte migliore della società»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2019-05-11 14:53:07
Boh, non ho nulla contro gli alpini, a parte ‘sta fissa dei raduni annuali. Posto che hanno scritto pagine di eroismo, mandati a morire a decine di migliaia in Russia da un inetto che li equipaggiò per un pin nic a villa Torlonia, che hanno fatto più degli altri corpi delle FFAA? LA retorica ufficiale, in queste occasioni (ottime per la propaganda politica), li esalta come dei supereroi Marvel. Ah, analogamente ai partigiani, ormai di superstiti dell’ARMIR ne sono rimasti pochini. Quelli che sfilano, a volte eccedendo in maniera invereconda con le graspe e le ombre, sono normali ex soldati di leva che la guerra l’hanno vista manco con il binocolo. Eroi di che?
2019-05-11 16:06:23
Ognuno ha le sue opinioni, spesso frammischiate da ideologia interpretativa, ma sono sue e non degli altri, agli "altri" non resta che ponderarle e sfatare gli eventuali dubbi.
2019-05-11 14:40:28
Io sono uno di quelli.
2019-05-11 13:19:07
W gli Alpini miglior corpo dell'esercito pronti a spendersi e ad aiutare tutti in qualsiasi calamita`, spirito di corpo e allegria nello stesso modo.W. gli alpini W. L'esercito
2019-05-11 09:22:19
Se qualche Autorita' (provvisoria)o Leader( mosso da ansia di visibilita' o necessita' di auto propaganda elettorale ,esaltano come "Parte Migliore della Societa'" qualcuno si sente sminuito e trattato come inferiore e qualche contestatore o testa calda si scatena.Esistono gli imbrattatori di opere d'arte o martellatori di statue o graffittari di pareti appena dipinte, strisciatori di auto nuova parcheggiata.Il bello ed il buono li irrita, fanno confronti con la propria inadeguatezza.Gli Apini meritevoli , oltre che correre a difesa della Patria, confini, cime , territori disastrati ed abitantii concittadini in difficolta',ogni tanto dovrebbero difendersi da aggressori ma anche da adulatori interessati. I quali poi usano le stesse iperboli per camici bianchi, tute blu, cappelli piumati, baschi colorati, elmetti da Vigile del fuoco...caschi di sicurezza cantiere...magari tutte situazioni da cui lor signori si son tenuti alla larga.