Pesaro, gli negano l'elemosina: rom spacca i lettini e si denuda

PER APPROFONDIRE: elemosina, nudo, pesaro, rom
Polizia in spiaggia, foto d'archivio
PESARO - I bagnanti gli negano l’elemosina e il rom s'infuria e  per rabbia spacca l’attrezzatura balneare. Mezzogiorno-di-fuoco sulla spiaggia di Levante, più o meno nella zona dell’Hotel Nautilus. Un giovane rom di 25 anni si aggirava sull’arenile di ombrellone in ombrellone chiedendo l’elemosina ma ad ogni rifiuto reagiva male e con rabbia, danneggiando quello che trovava sotto mano. 

Ha spaccato lettini e ombrelloni, poi non soddisfatto ha iniziato con i dispetti spostando gli oggetti dei bagnanti che erano in quel momento presenti. Non solo, perché oltre ai danni il ragazzo ha poi voluto farsi beffa dei presenti ha mostrato anche i genitali dopo aver abbassato i pantaloni e insultando ripetutamente chi tentava di riprenderlo.

La cosa non è affatto passata inosservata e i frequentatori della spiaggia hanno immediatamente chiamato la polizia municipale intorno all’ora di pranzo. La pattuglia è intervenuta immediatamente ma il ragazzo nel frattempo si era allontanato frettolosamente dall’arenile. Aveva capito che era stata chiamata la polizia e quindi ha cercato riparo in una pizzeria nel vicino via Amendola, sperando di passare inosservato. Ma l’oltraggio e i vandalismi, tutt’altro che episodi isolati, hanno destato rabbia tra i bagnanti tanto che alcuni di loro hanno seguito le tracce del 25enne e così all’arrivo della polizia hanno indicato dove si era andato a rifugiare.

E non sono mancati neanche momenti di tensione perchè i bagnanti presenti hanno cominciato a protestare vivacemente all’indirizzo del nomade. I vigili urbani hanno chiamato supporto anche una squadra della volante. L’uomo molto nervoso e collerico è stato portato via dai poliziotti della volante per un controllo approfondito in Questura. Nel frattempo gli agenti hanno raccolto le testimonianze e il 25enne è stato denunciato per danneggiamenti e per atti osceni in luogo pubblico. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 6 Agosto 2018, 08:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pesaro, gli negano l'elemosina: rom spacca i lettini e si denuda
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2018-08-13 14:40:42
Poi se uno reagisce viene subito bollato come razzista come nella vicenda della capotreno. Quousque tandem ,rom ,abutere patientia nostra ?
2018-08-13 11:49:18
genitalovich
2018-08-13 11:34:07
Questa mattina mi sento particolarmente costruttivo nel legiferare. Una legge semplice semplice:qualsiasi soggetto compia atti violenti nei confronti di un rappresentante dello stato.....un anno di carcere senza possibilità alcuna di avvocati, processi, inutili e costosi. Poi finito l'anno il diritto alla difesa, se ritenuto colpevole, il doppio della pena, così sicuramente l'anno trascorso basta e avanza. Dovremmo costruire nuove carceri....benissimo manodopera gratis fornitai dai futuri inquilini, nuovi posti di lavoro (guardie e tutto l'indotto). Sono certo che in pochi anni verranno riconvertire per mancanza di "clienti"ci faremo dei meravigliosi B&B.
2018-08-13 07:57:17
essere parassiti è un diritto inviolabile della costituzione ... se io fossi quel rom andrei in tribuanle per farmi riconoscere una paghetta mensile da gli altri (evidentemente stolti) lavoratori
2018-08-13 00:34:20
E cosa se ne farà costui di una denuncia? Denuncia più o denuncia meno... E speriamo che non denunci i vigili, con conseguente rischio di essere licenziati, per comportamento razzista.