Salvini, la Corte dei Conti indaga sui voli di Stato. Lui: «Attacco senza uguali»

Salvini, la Corte dei Conti indaga sui voli di Stato. Lui: «Attacco senza uguali in 20 anni»
La Corte dei Conti apre un'inchiesta. I Cinquestelle gli chiedono di chiarire. Il Pd presenta un'interrogazione parlamentare. Lui, il ministro dell'Interno Matteo Salvini, assicura: «nessun abuso, nessuna irregolarità: nessun volo di Stato o della Polizia per fare comizi ma sempre per impegni istituzionali». E fornisce la specifica delle 43 tratte volate nei suoi 11 mesi al Viminale. L'iniziativa dei magistrati contabili, aggiunge, «fa ridere. Penso di essere uno dei ministri che costa meno nella storia dell'Interno. Nei miei confronti e del movimento che ho l'onore di rappresentare c'è in corso un attacco che non eguali negli ultimi 20 anni».

Scambio voti e poltrone, arrestato il sindaco leghista di Legnano

 


La procura del Lazio della Corte dei Conti ha aperto un fascicolo esplorativo per verificare se ci sia stato uno spreco di risorse pubbliche legato ad un uso improprio degli aerei da parte del ministro. Era stata La Repubblica a parlare di voli di Stato utilizzati da Salvini per comizi. E gli alleati di Governo non perdono l'occasione per 'pungerè il vicepremier. «Se la Corte dei Conti ha aperto un fascicolo per accertare se abbia viaggiato su aerei ed elicotteri della polizia al di fuori dei fini strettamente istituzionali - osservano fonti M5S - allora significa che una piccola ombra da chiarire c'è. È bene che lo faccia Salvini. E siamo sicuri che lo farà». L'altro vicepremier, Luigi Di Maio, tiene a sottolineare le differenze: di voli di Stato, spiega, «ne ho preso uno, l'aereo della protezione civile, per andare su un luogo colpito dal terremoto. Mi muovo sempre con voli di linea e con Alitalia».

Cagliari, M5S espelle candidato sindaco: «Niente simbolo a chi sceglie idee congresso di Verona»

Il ministro dell'Interno chiama i suoi uffici e si fa fornire tutti i dati dei suoi voli di Stato: 19 su aerei della Polizia, 22 su velivoli dell'Aeronautica Militare e 2 su un C27J della Difesa: «un'operazione trasparenza contro le insinuazioni». «In nessun caso», rilevano dal Viminale, Salvini ha usato voli di Stato e velivoli della polizia «per motivi estranei al suo ruolo istituzionale. Il ministro è abituato a utilizzare voli di linea, rigorosamente in economy, nonostante abbia il livello di tutela personale più elevato». È la polizia a ricordare che «al ministro dell'Interno, per disposizione normativa, è attribuito il primo livello di protezione che dà diritto all'utilizzo di aerei di Stato al pari di tutti i soggetti sottoposti al medesimo livello di sicurezza».

E aggiunge che un'ora di volo costa complessivamente 1.415 euro. Il premier Conte è accomodante: «non ho motivo di non credere alle parole di Salvini». Il Guardasigilli Alfonso Bonafede non si esprime: «la valutazione spetta alla Corte dei Conti». Il Pd - che nella passata legislatura era finito nel tritacarne per il cosiddetto 'Air-Renzì - attacca. «In soli dieci mesi - sostiene il deputato Michele Anzaldi - i ministri del Governo M5s-Lega hanno viaggiato 116 volte sui voli di Stato». Raffaella Paita, Emanuele Fiano e Gennaro Migliore presentano un'interrogazione per capire «quanti sono stati esattamente i voli utilizzati dall'inizio del suo mandato dal ministro dell'Interno e quanto sono costati ai contribuenti italiani?».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 16 Maggio 2019, 10:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Salvini, la Corte dei Conti indaga sui voli di Stato. Lui: «Attacco senza uguali»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2019-05-17 09:15:25
Beh, dai, con 49 milioni in banca poteva anche pagarsi i biglietti aerei per la campagna elettorale, tanto poi glieli maxi-rimborsavano.
2019-05-17 08:14:10
Si mobilitano a sinistra. C'e il Tam Tam. Con le toghe rosse e con il "dai al fascista". Sperano di recuperare. Ma poche idee e tanti scontri ed insulti non fanno una bella campagna elettorale. I veri seminatori di odio sono loro, i sinistri. Io francamente ho sentito solo loro inveire contro gli altri. Salvini vuole solo il rispetto delle leggi e delle regole. Ma non sparla contro nessuno. Tutti (chiesa e giornali ) tutti ad attaccarlo. Ed il 30% del POPOLO sovrano a sostenerlo. Ma questo e una dato trascurabile per la gente ed i giornalisti "democratici".
2019-05-16 18:45:33
Ci hanno provato con la storia della Diciotti, ma e' andata male. Adesso ci provano con questa; se va male, cercheranno qualcos'altro.
2019-05-16 18:33:05
Politica italiana, mi sembra fatta tutta di indagati, mah!
2019-05-16 17:50:20
Avrei scommesso centomila dollari che sarebbe scoppiata una storiella del genere contro il ministro interni. Sono gli ultimi scoppi dello schioppo schipoppo degli ex progressisti di cui si fa carico l'organo di partito Repubblica che ha sostituito L'Unita'.